Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tutto pronto per il Salone dell'auto di Ginevra: apertura il 7 marzo

Sergio Casagrande
  • a
  • a
  • a

L'89.ma edizione del Salone internazionale dell'auto di Ginevra s‘inaugura il 7 marzo 2019 e chiuderà i suoi battenti il 17 marzo. Durante le giornate di anteprima (5-6 marzo) verranno presentate oltre 100 anteprime mondiali ed europee alla stampa internazionale. Accreditati 10mila rappresentanti dei media e 70 le Case costruttrici presenti E ancora una volta il Salone Internazionale dell'Auto di Ginevra sarà la sede della premiazione “Car of the Year". Per l'occasione Bentley Motors festeggerà la sua storia centenaria con un'anteprima, mentre gli esperti di Motorworld Group presenteranno una spettacolare esposizione di auto classiche. Come ogni anno, saranno le hypercar le protagoniste del Salone di Ginevra, come Ferrari, Lamborghini, McLaren, Aston Martin, Pagani e Koenigsegg, che attireranno gli sguardi di tutti con novità sensazionali. Il Costruttore di supercar tedesco Roland Gumpert ha annunciato un'affascinante auto ibrida con motore al metanolo. Si attende con grande interesse anche lo sviluppo della flying car di Pal-V e non mancheranno auto elettriche del tutto singolari, quali – per citare soltanto un esempio - quelle di E.Go oppure l'assoluta novità “Mark Zero“ di Piëch Automotive. La cerimonia di consegna del titolo “Car of the Year 2019“ i svolgerà lunedì, 4 marzo, alle ore 15.00. Come da prassi, sono rimaste sette auto in gara per la votazione finale e sono: Alpine A110, Citroën C5 Aircross, Ford Focus, Jaguar I-Pace, Kia Ceed, Mercedes-Benz A-Class, Peugeot 508. Al termine della cerimonia sarà il Presidente del COTY, Frank Janssen del settimanale Stern, a consegnare il premio al vincitore. L'ambìto trofeo viene attribuito da una giuria di 60 giornalisti dell'automotive all'auto più innovativa giunta sul mercato negli ultimi 12 mesi. Sarà invece Ignazio Cassis, ad inaugurare ufficialmente il Salone di Ginevra 2019 giovedì mattina, 7 marzo 2019, alla presenza dei rappresentanti dei marchi svizzeri, degli ambasciatori dei Paesi espositori e di numerose personalità nazionali e regionali. Seguirà una visita dei padiglioni, dove ci sono molte cose da scoprire: per esempio il raggruppamento di marchi come Renault, Dacia e Mitsubishi, che nell'edizione 2019 avranno i loro stand l'uno accanto all'altro, costituendo il più grande gruppo con questa caratteristica. Intanto, Maurice Turrettini, presidente del Salone Internazionale dell'Auto di Ginevra, ha tenuto una conferenza stampa di presentazione dell'evento all'hotel Principe di Savoia, a Milano. "Il nostro entusiasmo per il Salone - ha detto Turrettini - è sempre più grande che mai. Quasi tutti i marchi importanti sono presenti anche quest'anno a Ginevra. Un fatto che per altri saloni internazionali non è così scontato. A proposito di ciò, da un'indagine condotta da Autovista Group (una società  anglo-svizzera di servizi per il  mondo dell'auto)  presso l'Industria del settore, nel 2019  il Salone Internazionale dell'Auto di Ginevra  si collocherebbe al 1. posto tra tutti gli altri Show dell'Auto  nel mondo".  "Quest'anno - ha aggiunto - diamo il benvenuto a 30 nuovi Espositori e siamo lieti di accogliere anche Costruttori provenienti da Russia e Cina. Ci rallegra anche il fatto di avere presenti al GIMS 2019 diversi Espositori svizzeri, ad esempio, Kyburz Svizzera, Rinspeed oppure il debuttante Piëch. Abbiamo anche moltissimi visitatori che non desiderano soltanto scoprire i modelli più recenti, ma che sono anche appassionati di auto storiche. Per questo motivo, il Salone dell'Auto 2019 è particolarmente lieto di organizzare un'Esposizione Speciale in occasione del 70° anniversario del marchio  Abarth, dove si potranno ammirare oltre 20 esemplari di questo marchio italiano." "Benché il Salone dell'Auto di Ginevra sia fondamentalmente un classico Expo automobilistico - ed è molto apprezzato proprio per questo – lo stesso- ha sottolineato il presidente del Salone - si deve confrontare anche con il futuro, in particolare con il  mondo digitale. L'obiettivo è permettere ad un numero sempre maggiore di persone di poter visitare il Salone anche in forme diverse. Vorremmo trovare una strada per attirare un nuovo genere di visitatori: coloro che sono interessati agli sviluppi tecnologici piuttosto che alle auto, oppure le persone che vengono al Salone per informarsi sulle nuove forme delle mobilità".