Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

A gennaio Volvo V60 Cross Country: ecco come sarà

La nuova V60 Cross Country

Sergio Casagrande
  • a
  • a
  • a

di Sergio Casagrande Le Cross Country di Volvo sono considerate vere icone da chi ama le vetture tuttofare. E da gennaio 2019 si presenteranno con un nuovo modello che perderà definitivamente la sigla XC, diventata prerogativa esclusiva, per i prodotti del marchio svedese, dei suv-crossover. SI chiamerà, infatti, V60 Cross Country. Pur abbandonando il prenome XC, il suo dna rimarrà comunque immutato: forma elegante; versatilità e funzionalità; tecnologia; sicurezza; elevata qualità dei componenti e cura dei particolari e dei dettagli; possibilità di affrontare anche i terreni e i fondi stradali più difficili grazie alla trazione integrale AWD che distribuisce in maniera automatica la coppia motrice fra asse anteriore e asse posteriore. “Tutto questo - promette Michele Crisci, presidente e ad di Volvo Italia - lo ritroveremo infatti in questo nuovo modello che costituisce semplicemente l'evoluzione e l'avanguardia di un progetto di mobilità in cui Volvo crede da anni: affiancare alle vetture premium tradizionali anche vetture premium con spiccate doti fuoristradistiche”. Ecco, quindi, che V60 Cross Country - mostrata per la prima volta senza veli al Volvo Studio di Milano - si presenterà, oltre che con la trazione Awd di serie e un abito pressoché identico alla già nota sorella V60 stradale, anche con una maggiore altezza da terra (6 o 7,5 centimetri, secondo le motorizzazioni e gli allestimenti), le sospensioni a controllo elettronico costante Four-C, la possibilità di quattro differenti modalità di guida preselezionabili (comfort,dynamic, eco e individual), motori 2 litri, 4 cilindri, compatti, a iniezione controllata del carburante per garantire il massimo rispetto ecologico e un'elevata efficienza. I propulsori, in particolare, all'avvio della commercializzazione saranno il diesel D4 da 190 Cv; e il benzina T5 da 250 Cv, ai quali successivamente si aggiungeranno anche motori ibrid, mild hybrid e full electric. La vettura è stata, infatti, progettata, già per garantire la parziale e totale elettrificazione del modello. “Non mancheranno - spiega Roberto Lonardi, pr manager di Volvo Italia - tutti i dispositivi elettronici per la guida assistita e sicura del momento” come - per citarne solo alcuni - il sistema City Safety capace di individuare anche di notte e anche a velocità autostradali, veicoli, pedoni, animali e ostacoli di qualsiasi genere intervenendo automaticamente con sterzate o frenate d'emergenza; l'Oncoming lane mitigation che applica una sterzata automatica estrema per ridurre al minimo i danni in caso di inevitabili impatti frontali con veicoli provenienti da sensi di marcia opposti; il Run off road mitigation che applica sterzate assistite per evitare le uscite dalla carreggiata; e il Run off road protection che tutela la sicurezza degli occupanti in caso di uscite di strada incontrollate del veicolo. Per il resto, un abitacolo che ci è apparso davvero capiente e ottimamente rifinito (spettacolari i rivestimenti in pelle), una plancia di comando degna di un'ammiraglia e un bagagliaio di tutto rispetto (da 517 litri la capacità dichiarata, quindi ben superiore a Audi A4 Avant e Mercedes Classe C SW). I prezzi sono preannunciati a partire da 50.700 euro. Possibilità di avere la vettura anche in abbonamento Car by Volvo da 750 euro al mese con servizi inclusi, 30mila km annui di percorrenza e senza anticipi o vincoli finali.