Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nuova Mercedes Classe A: sarà una "piccola" ammiraglia

La nuova Mercedes Classe A

Sergio Casagrande
  • a
  • a
  • a

Le prime consegne sono attese per maggio 2018, ma la quarta generazione di Classe A di Mercedes Benz è già pronta. Può essere già ordinata da marzo ed è stata anche svelata nei suoi dettagli. Le novità sono tante, sia di design che tecnologiche e molte maturano dall'esperienza che la casa di Stoccarda ha fatto negli ultimi anni soprattutto con la Classe E, una delle vetture attualmente più vicine all'intelligenza artificiale. Cambia, quindi, il design del muso che, nella parte bassa ricorda proprio le E e in quella alta, invece, anticipa delle linee di design che diventeranno presto proprie di tutte le nuove Mercedes con una calandra a trapezio rovesciato (rispetto al passato) e una fanaleria dal design spigoloso e minimalista. Nuova anche la coda che dà spazio alle nuove sagome che caratterizzano anche la fanaleria posteriore. Totalmente rinnovati, poi, gli interni dove, sul cruscotto, ora campeggia un doppio display widescreen ad alta definizione, molto simile a quello delle classe E ma qui anche (finalmente) con possibilità di funzione touch screen, caratterizzato da due schermi “congiunti”, da 10,25 pollici ciascuno. Simili a quelle delle versioni cabrio e coupè di Classe E anche il tris di bocchette dell'aria in stile turbina d'aereo, mentre il tunnel centrale presenta un touchpad dalla forma totalmente inedita. Ampio spazio, proprio come la E, anche all'illuminazione d'ambiente con i led multicolore. Totalmente inedito per l'intera gamma Mercedes sarà, invece, il sistema multimediale Mbux (Mercedes Benz User Experience) con connettività evoluta e interazione diretta con il guidatore e i passeggeri. Mercedes, poi, fa notare che la nuova Classe A si presenta con 12 centimetri in più di lunghezza e ben 30 litri in più di volume nel bagagliaio. E annuncia che da questa vettura, presto, deriveranno anche varianti con carrozzerie crossover, berlina e station che non è ancora ben chiaro se sarà una shooting brake come l'attuale Cla o una wagon vera e propria. Per quanto riguarda i propulsori, al lancio sono annunciati per la A200 un 1.400 benzina da 163 Cv con cambio manuale 6 marce o automatico 7G Dct e con sistema di disattivazione automatica dei cilindri per ridurre i consumi alle basse velocità; e per la A250 un benzina 2.000 da 224, solo con cambio automatico. Per quanto riguarda le alimentazioni a gasolio: per la A180d un 1.500, 116 Cv, con additivo AdBlue per il taglio delle emissioni inquinanti. Ricchissima, poi, quasi fosse un'ammiraglia, la lista delle dotazioni di serie e degli accessori che includono tutti i più innovativi sistemi di sicurezza e di guida assistita, i fari Multibeam Lead o Led High Perfomance. Annunciate varianti con trazione integrale permanente 4Matic e supersportive Amg. Prezzi presumibilmente in linea con la gamma A precedente. Mercedes, intanto, si appresta a lanciare anche la nuova generazione della Classe C (per saperne di più clicca qui), sia berlina che station wagon. Si tratta del restyling di mezza vita in cui spiccano nuovi paraurti anteriori e posteriori, nuovi gruppi ottici e l'introduzione di novità tecnologiche come i fari Multibeam Led. Rinnovati anche gli interni ma, contrariamente alla nuova Classe A e per la delusione di chi si aspettava il maxi widescreen, qui resta il display centrale stile tablet, aumentato però nelle dimensioni. A richiesta, comunque, possibilità di quadrante digitale sul cruscotto., sia berlina che station wagon. Si tratta del restyling di mezza vita in cui spiccano nuovi paraurti anteriori e posteriori, nuovi gruppi ottici e l'introduzione di novità tecnologiche come i fari Multibeam Led. Rinnovati anche gli interni ma, contrariamente alla nuova Classe A e per la delusione di chi si aspettava il maxi widescreen, qui resta il display centrale stile tablet, aumentato però nelle dimensioni. A richiesta, comunque, possibilità di quadrante digitale sul cruscotto. Sergio Casagrande Twitter: @essecia