Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Si chiama Stonic la nuova sfida di Kia

Kia Stonic

Giacomo Polverigiani
  • a
  • a
  • a

Lunga 4,14, larga 1,76 e alta 1,52 metri, la nuovissima Kia Stonic si inserisce a buon diritto nella categoria B-Suv e arriva dopo le nuove Picanto e Rio per chiudere in bellezza un 2017 ricco di novità per il marchio coreano. Si tratta di una Urban Crossover a trazione anteriore dal piglio giovanile e dalla vocazione prettamente stradale che si offre ad innumerevoli personalizzazioni estetiche. 150 combinazioni per l'esattezza tra modanature, tinte bicolor ed altri dettagli. La linea è dominata dal “Tiger Nose” con calandra tridimensionale ed ampia presa d'aria all'anteriore e dal montante posteriore che taglia il tetto bicolore con l'intento, dichiarato, di ricordare la caratteristica distintiva della Porsche Targa. Gli interni sono accoglienti e discretamente insonorizzati. L'ergonomia dei comandi è garantita da uno schermo touch screen da 7” dotato di Apple Car Play ed Android Auto mentre le finiture e gli assemblaggi appaiono curati nonostante la texture delle plastiche sopra il cruscotto ed il quadro strumenti con display al centro ricordino, più che una Porsche Targa, una Polo di qualche anno fa. Un peccato veniale in fin dei conti perchè una volta in moto la nuova Stonic rivela subito tutta la tecnologia di cui è dotata, a partire dai sistemi di assistenza alla guida come il rilevamento della stanchezza (DAW), l'avviso di superamento della carreggiata (LDWS) e la frenata d'emergenza con rilevamento dei pedoni (AEB). Anche i propulsori sono moderni e si caratterizzano per il favorevole compromesso tra prestazioni e consumi. Si parte con un 1.4 a benzina, aspirato da 100 cavalli, sempre a benzina c'è poi un 1.0 turbo da 120 cavalli sul quale, a partire dal 2018 si potrà avere un cambio automatico a doppia frizione con 7 marce. Il diesel in listino è un 1.6 CRDI da 110 cavalli e prossimamente l'offerta verrà completata con una versione del 1.4 alimentata a GPL. Alla prova dei fatti il 1.0 tre cilindri turbobenzina ci è sembrato particolarmente adatto per esaltare la vocazione sportiva di questa piccola SUV. E' molto generoso ai medi regimi e nonostante il frazionamento sfoggia anche un discreto allungo fino a quasi 7000 giri. I consumi, nel corso del test si sono mantenuti su un range assolutamente accettabile - anche se lontano dai 20 Km/l dichiarati - oscillando tra i 13 e i 15 km con un litro, il tutto senza particolari riguardi. Rispetto al pur ottimo turbodiesel, questo piccolo tre cilindri si fa apprezzare anche per il minor peso che rende l'anteriore più agile nei cambi di direzione. Anche lo sterzo, piuttosto preciso, contribuisce a rendere la Stonic un'auto divertente quando ci si lascia alle spalle il suo habitat naturale che rimane la città. L'abitabilità è buona per quattro persone grazie anche al passo di 258 centimetri mentre il bagagliaio non è al top della categoria con i suoi 352 litri e, anche se dotato di diversi compartimenti per stivare meglio i vari oggetti, ha la soglia di carico un po' alta. Già disponibile presso i concessionari a partire dal week end del 14 e 15 ottobre 2017, la nuova Kia Stonic ha un prezzo base di 16.250 euro ma, fino alla fine dell'anno, si potrà beneficiare dello sconto di 2.300 euro che porta il prezzo d'attacco a 13.950 euro. Giacomo Polverigiani