Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Volkswagen, prossimo ceo forse "extra auto"

Sergio Casagrande
  • a
  • a
  • a

Un eventuale successore dell'a.d. di Volkswagen, Matthias Mueller, potrebbe arrivare da fuori dal mondo dell'auto. Gli investitori, dopo lo scandalo dieselgate, stanno chiedendo con insistenza di inserire membri non provenienti dai ranghi Volkswagen nella gestione dell'azienda. Il contratto di Mueller scade nel 2020. Mueller, prima di diventare capo della casa automobilistica, ha svolto tutta la sua carriera in Volkswagen. Il fatto di provenire dai ranghi dell'azienda è stata a lungo un segno distintivo degli a.d. della compagnia, ma la tradizione è stata messa in discussione dopo lo scandalo sulle emissioni. A confermare le voci - riferiscono Reuters e LaPresse -  Bernd Althussmann, membro del Cdu, il partito di Angela Merkel che secondo i sondaggi vincerà le elezioni regionali in programma in Bassa Sassonia: «Forse è bene, dopo tutto, scegliere qualcuno che sia completamente estraneo da tutti i possibili scandali automobilistici», ha dichiarato il politico. La Bassa Sassonia, con il controllo dell'11,8% delle azioni, è il secondo azionista di Volkswagen.