Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Renault Zoe: elettrica dall'autonomia raddoppiata

Enzo Polverigiani
  • a
  • a
  • a

Pensando alla Zoe, balza subito nella mente dei più… grandicelli la bambina di buona famiglia del fumetto degli anni '30, alle prese col monello Arturo. Ma la piccola elettrica (al 100%) della Renault, già ampiamente conosciuta per essere diventata subito la più venduta auto a zero emissioni in Europa (4.800 esemplari dal lancio) e la più gettonata per impieghi ecoturistici, è tutt'altro che una bambina tranquilla: anzi, è una monella tutto pepe, che scatta ai semafori e accelera come una vera sportiva. Zoe, nell'intenzione dei costruttori, rappresenterebbe anche la carta da giocare per un'inversione di tendenza sull'acquisto, finora abbastanza frenato e scoraggiato, di un'auto elettrica in Italia. Primo freno: la scarsa autonomia, che crea una vera barriera psicologica. Poi ci sono i prezzi di vendita troppo alti che, a differenza di ciò che accade in altri paesi europei, non vengono mitigati dagli incentivi, ad esempio la rottamazione e l'esenzione Iva. E infine, la carenza di punti di ricarica, al momento solo 2500. Così Renault - per bocca del direttore della comunicazione Francesco Fontana Giusti - ha spiegato la strategia d'attacco del mercato durante l'incontro al centro culturale "Il Labirinto della Masone" nei pressi di Parma. Innanzi tutto con la nuova batteria ZE 40 agli ioni di litio, pesante dai 290 ai 305 chili e capace di 41 kWh, la Zoe 2017 offre divertimento assicurato, in città e in autostrada, con un'autonomia praticamente raddoppiata rispetto al modello precedente: 400 chilometri è il valore di omologazione Nedc, ma con una guida oculata i chilometri sono in realtà circa 300, e scatenando le prestazioni al limite si riducono ulteriormente a circa 160. Per la cronaca, la velocità di punta è limitata a 140 km/h. Renault prevede che entro il 2019 il progetto della rete autostradale Eva plus, in sintonia con Enel, dovrebbe consentire di installare una stazione di ricarica ogni 40 chilometri. Ma, a quanto è dato di capire dalle ammissioni ufficiose, siamo ancora a livello di utopia. La nuova Zoe viene proposta dalla Renault - anche nella versione Van - con due motorizzazioni elettriche: l'R90 da 92 cv, compatibile di serie con una ricarica fino a 22 kW; e il Q90 da 88 cv, compatibile di serie anche con la ricarica rapida da 43 kW. Anche il sistema di ricarica consente di superare molti problemi: in virtù del caricatore "intelligente" Camèleon TM, la nuova Zoe si ricarica più rapidamente (30 minuti) alle stazioni a corrente alternata che sono le più diffuse, adattandosi automaticamente a ogni potenza, fino a 22 kW con motore R90 e fino a 43 kW con motore Q90. La vettura versione 2017 conserva il suo aspetto di citycar agile e aggressiva, sottolineato dai colori Rosso intenso e grigio titanio, in aggiunta alla gamma di tinte già esistente e molto varia. Ma la nuova gamma propone anche le nuove versioni Bose con interni in pelle premium, i sedili riscaldabili a tre livelli, i cerchi in lega e il colore dedicato Grigio ittrio. A proposito di interni, lo spazio offerto da Zoe è abbastanza soddisfacente in rapporto alla lunghezza, 4,08 metri. Le rifiniture, comunque, sono un po' approssimative e i materiali potrebbero essere migliori. La visibilità anteriore è passabile, quella posteriore un po'carente, anche se la telecamera supplisce in qualche modo alla bisogna. Per quanto riguarda i prezzi la Renault Zoe parte dai 22.500 euro della R90 Flex con batteria da 22 kWh mentre la Zoe 40 parte dalla versione Life e da 25.000 euro, col sistema multimediale R-Link. Per l'allestimento Intense ci vogliono 26.800 euro, e si ottengono il radar di parcheggio e un impianto audio più evoluto. Sulla Bose, che parte da 29.600 euro, ci sono anche i cerchi in lega diamantati sportivi. Per quanto riguarda il pacco batterie, si possono noleggiare con 69 euro al mese (con garanzia illimitata) o acquistare con 8 mila euro e 8 anni di garanzia. Renault Zoe augura un elettrizzante buon viaggio. Enzo Polverigiani