Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Montmelò, trionfo di Rossi, secondo Marquez: out Lorenzo

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

L'ennesimo capolavoro dell'eterno Valentino Rossi nel giorno dell'omaggio allo sfortunato Luis Salom. A Barcellona con una grande dimostrazione di forza e classe il 'Dottore' rialza la testa dopo la cocente delusione del Mugello, cogliendo una strepitosa vittoria: battuto, al termine di un'accesa battaglia, Marc Marquez. Sul podio anche Dani Pedrosa, mentre Jorge Lorenzo esce di scena dopo un tamponamento con Andrea Iannone a nove giri dal termine, quando si trovava in quinta posizione. Notizia che rallegra Marquez, il cui secondo posto è sufficiente per salire in testa al Mondiale, e che lascia Lorenzo con la schiuma alla bocca. Ma di allegro, nel weekend catalano, c'è stato ben poco visto che la morte di Luis Salom dopo il grave incidente nelle prove del venerdì ha avvolto le gare di un'atmosfera lugubre. Dediche e pensieri sono andati, doverosamente, allo sfortunato pilota. A partire da Rossi, che ha ricordato il giovane maiorchino al termine di quella che ha definito "una delle più belle vittorie della mia carriera", ottenuta dopo un gran duello con Marquez, che non è riuscito a mettere a frutto la pole sul tracciato di Montmelò, modificato dopo la tragedia. Spenti i semafori, Lorenzo scatta subito in testa e tiene la posizione davanti a Marquez. Rossi, partito dalla casella numero 5, invece riscatta la partenza poco brillante guadagnando posizioni. Quando mancano venti giri al termine e Rossi sorpassa Marquez e mette nel mirino Lorenzo: il sorpasso del pesarese ai danni del compagno di squadra si concretizza al 19° giro. Lorenzo accusa il colpo e subisce anche il sorpasso di Marquez, che parte a caccia di Rossi. Lo spagnolo della Yamaha, in evidente difficoltà, cede poi il passo a Pedrosa e Vinales. La gara del maiorchino si conclude nella ghiaia, dove lo spinge Iannone, che prosegue nella sua stagione maledetta: quarta caduta in sette gare per il pilota di Vasto. I riflettori si spostano tutti sul bellissimo duello in testa: è corpo a corpo tra i due, Rossi resiste ad un paio di sorpassi del rivale e compie la manovra decisiva su Marquez a due giri dalla fine. L'ex campione del mondo commette qualche errore e non riesce più a recuperare. Ma gli applausi sono per entrambi: i due contendenti si fanno i complimenti a vicenda e, lieta notizia, nel parco chiuso si stringono anche la mano. Sul podio torna anche Pedrosa, finalmente riapparso competitivo, male invece le Ducati con Dovizioso che si deve accontentare della settima piazza. Lorenzo esce dal weekend catalano con zero punti e subisce il sorpasso di Marquez in classifica: 125 punti per il maiorchino, 115 per il pilota Honda. Rossi è terzo con 103 punti. Giochi riaperti e appuntamento ad Assen.