Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Panicale piange la scomparsa di Enzo Ridoni

Michele Marzoli
  • a
  • a
  • a

Tutta la comunità di Panicale piange l'improvvisa scomparsa, avvenuta lunedì 29 febbraio intorno alle 13, di Enzo Ridoni, volto e nome storico del motociclismo regionale e non solo. Pilota di velocità negli anni Cinquanta del secolo scorso, Ridoni aveva 83 anni ed è stato protagonista nei circuiti umbri sin dalle prime edizioni della Coppa "Città di Perugia" che affrontò su una Mi - Val, prima di legare il suo nome ai marchi Perugina e Moto Morini di cui fu pilota ufficiale. Ma lasciate le corse la sua passione lo fece restare comunque legato al motociclismo tanto che nel 1962, insieme a Giuliano Croci, Piero Sacco e Mara Colligiani, fu tra i promotori della nascita del Motoclub Trasimeno e nel 1966 fu tra i fondatori del Motoclub Panicale. Non solo, Enzo Ridoni realizzò i circuiti di motocross di Castiglione del Lago, Panicale e Perugia, quello situato nei pressi della Città della Domenica. E sempre alla sua grande passione si devono anche le numerose gare internazionali organizzate nei circuiti di motocross di Panicale e Castiglione del Lago tra gli anni Sessanta e gli anni Ottanta. "La diffusione della regolarità e del motocross nella nostra regione e nel centro Italia in generale - ricordano gli amici del Motoclub Panicale - si deve alla sua grande passione per i motori e al suo indefesso operato".