Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Trofeo Fagioli, tutto pronto per le verifiche tecniche e sportive

default_image

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

A Gubbio è tutto pronto per la prima giornata del 50° Trofeo Luigi Fagioli. In vista delle prove ufficiali di sabato 22 e della gara di domenica 23 agosto, venerdì 21 è la classica giornata dedicata a verifiche tecniche e sportive, che vedranno impegnati i 222 piloti iscritti e i rispettivi bolidi (tra cui 54 auto storiche) che si accomoderanno nella zona del teatro romano, dove è in allestimento il paddock e sorge il quartier generale nello storico complesso di San Benedetto. Qui le verifiche sportive della prova umbra del Campionato italiano velocità montagna saranno di scena il 21 agosto dalle 15.30 alle 19.30 e le verifiche tecniche, usufruendo del vicino piazzale in via del Perilasio, dalle 15.45 alle 19.45. Possibile un turno su prenotazione anche al mattino seguente (7.15-8.30). Sempre venerdì 21 alle 20.30 nello splendido chiostro del San Benedetto si svolge la serata celebrativa voluta dal Comitato eugubino corse automobilistiche e aperta a tutti. Saranno presenti per la rispettiva premiazione i vincitori dei concorsi di fotografia e disegno abbinati al Trofeo Fagioli e numerosi ospiti, tra cui lo “special guest” Mauro Forghieri. Al grande ingegnere della Ferrari sarà consegnato il Memorial Barbetti, rappresentato da un busto di Luigi Fagioli opera del maestro ceramista eugubino Maurizio Fumanti donato dalle Ceramiche Caff. Inoltre resta aperta fino al 25 agosto alla Galleria della Porta la mostra fotografica e di materiale storico sulla cronoscalata. Per quanto riguarda i piloti iscritti, al Trofeo Fagioli sono presenti tutti i protagonisti del Tricolore, dal plurivincitore Simone Faggioli sulla Norma M20 Fc Zytek al rivale di sempre Christian Merli con l'Osella FA30 Evo RPE. Poi i giovani più talentuosi, tra questi Domenico Scola e l'umbro di Porano Michele Fattorini (entrambi su Osella), e i numerosi piloti eugubini che non hanno voluto mancare l'appuntamento di casa, oltre agli altri grandi interpreti della specialità: tra i tanti Omar Magliona, Domenico Cubeda e Piero Nappi, anche loro su Osella, Fulvio Giuliani su Lancia Delta Evo, Marco Gramenzi su Alfa Romeo 155 DTM e Roberto Ragazzi sulla sempre ammirata Ferrari 458. A proposito di supercar made in Maranello, sarà in città un raduno Ferrari con decine fiammanti “rosse”, di ogni genere e da tutta Italia, che sfileranno sul tracciato sabato e domenica, precedendo le manche di prove e gara. Dopo le verifiche e le celebrazioni di venerdì, sabato mattina alle 10.30 scatta il semaforo verde delle due salite di prove ufficiali, mentre domenica il direttore di gara Fabrizio Fondacci darà il via alle due gare a partire dalle 10. La strada interessata, da Gubbio a Madonna della Cima lungo la Gola del Bottaccione, per gli spettatori sarà chiusa al traffico 45 minuti prima delle competizioni. Previsti il biglietto unico a 10 euro, valido entrambe le giornate, il servizio navetta Cotrape ininterrotto da Scheggia a Madonna della Cima e varco sempre aperto da Sant'Ubaldo per entrata/uscita dalla città al percorso e alla zona della tribuna del bivio per il santuario.