Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Scuderia Città di Gubbio, partenza da sogno

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Avvio eccellente per il 2015 automobilistico targato Scuderia Città di Gubbio. Cresciuto il numero dei piloti associati e avviata la svolta storica nell'immagine e nella professionalità con l'acquisizione di un bilico utilizzato come trasporto vetture e spogliatoio piloti, la Scuderia Città di Gubbio domina la scena in tre campionati nazionali su pista oltre ai rally con il driver “toscoeugubino” Stefano Silvestrelli. In attesa degli impegni nelle gare in salita, sia nella Bmw M3 Cup così come nella Blue France che nell'Alfa race championship, che si corrono sui circuiti più prestigiosi d'Italia, a dominare le classifiche assolute sono i piloti con lo stemma dei cinque colli cucito sul petto, primi con ben cinque vittorie su otto gare fin qui disputate. Soddisfazione nelle parole del presidente Gigi Calzuola: “Dopo anni di sacrifici e di crescita ci sembra un sogno che la nostra realtà finora poco conosciuta, sia diventata numericamente e nei risultati un riferimento per tanti piloti, riuscendo a tenere testa alle storiche squadre corsa che ammiravamo come inarrivabili, ma che oggi ci considerano colleghi e amici”. “Proprio nella parola amicizia - commentano dalla Scuderia - c'è il segreto della Scuderia Città di Gubbio. Riuscire a creare sui campi di gara un clima sereno e goliardico quando serve nelle serate di fronte al gratticola, ma pure molto professionale. Grazie alla gestione tecnica affidata a RF Racing di Mirco Righi, tutti i piloti, dal pilota più professionale a quello della domenica, trovano soddisfazione e divertimento”. “Una risposta al successo di questa isola felice dell'automobilismo italiano, aggiunge il presidente Calzuola è la collaborazione con Faro racing, che ci sostiene per realizzare il sogno di rendere l'automobilismo alla portata di tutti, sopratutto dei giovani, sui quali la scuderia punta”. Infine: “In un momento economico così difficile esiste una città con tanta storia ma pure benzina nel dna, con tre scuderie attivissime oltre alla Ceca che da cinquant'anni organizza una delle gare in salita più belle d'Italia, è proprio il caso di dire che l'automobilismo vive qui. Gubbio c'è”.