Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Alfa Romeo, ecco le versioni MY 2020 di Stelvio e Giulia Quadrifoglio

Tanto carbonio, scarico akrapovic e guida autonoma di livello 2

Giovanni Massini
  • a
  • a
  • a

Ormai, “Quadrifoglio”, in ambito Alfa Romeo rappresenta: un brand nel brand. Tale è la caratterizzazione sportiva, la dedizione  meticolosa alle performance ed al piacere di guida, che tracciano l’esaltazione massima di caratteristiche, già parte dominante del Dna Alfa. Ovviamente, parliamo di Giulia e Stelvio, i due modelli declinati in questi intriganti allestimenti. Entro l’anno, per entrambi, arriva la versione “MY2020” anche a celebrazione del 110° anniversario della casa, ma vediamo di ripassare qualche dato. Le “Quadrifoglio” montano un 2.9 Biturbo, capace di 510 Cv, con 600 Nm di coppia, a 2.500 giri. Tanta roba, in grado di dare filo da torcere le tedesche più prestazionali del settore. Queste auto sono un vero concentrato di tecnologia: hanno un cambio automatico ad 8 rapporti, che in modalità Race ti fa cambiate in 150 millisecondi, una trazione integrale particolarmente attenta alle performance su Stelvio, sospensioni attive e tanto altro. Questo aggiornamento 2020 si gioca tutto sul’apgrade tecnologico, con qualche intervento estetico: arrivano nuovi fari a led posteriori, bruniti, nuovo sterzo e nuova leva del cambio, tanti nuovi inserti in carbonio ed internamente arriva un nuovo schermo touch da 8,8 pollici, che offre pagine “Race” dedicate (con tutte le informazioni su motore e prestazioni), nuovo sterzo, nuova leva del cambio e possibilità di optare tra sedili in alcantara o in pelle traforata. Si parla anche della correzione di un leggero fastidio, provocato dall’assetto rigido delle auto, in manovra, che faceva saltellare, a volte, le gomme. I sistemi ADAS arrivano a livello “II”, il massimo consentito al momento, il che significa che l’auto, sempre sotto il perenne controllo del guidatore (non si possono staccare le mani dal volante) è in grado di: accelerare, frenare e sterzare da sola. Vediamo nel dettaglio alcune funzionalità: Lane Keeping Assist, per il mantenimento della corsia; Active Blind Spot Assist, per il monitoraggio degli angoli ciechi; Active Cruise Control, che regola automaticamente la velocità e mantiene la distanza di sicurezza, riconosce i segnali con i limiti di velocità e consente d’impostare la velocità, sulla lettura di questi ultimi; Traffic Jam Assist e Highway Assist, monitorizzano e mantenendo la vettura al centro della corsia in condizioni di traffico intenso; Driver Attention Assist, monitora la sonnolenza del conducente e lo avvisa in caso di necessità. Cresce la lista degli accessori Mopar, dedicati proprio alle “Quadrifoglio”, con l’arrivo di uno scarico, con terminali in carbonio, realizzato insieme ad Akrapovič, che esalta la sonorità del propulsore. Nuova anche la gamma colori, con un esclusivo Verde Montreal, omaggio all’omonima Alfa, che ha compiuto cinquant’anni.  I prezzi dovrebbero discostarsi di poco dai listini attuali.