Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbri più poveri ma bevono e fumano di più

Marina Rosati
  • a
  • a
  • a

Umbri ancora nella morsa della crisi. A dirlo è l'aumento della povertà relativa ma soprattutto alcuni segnali preoccupanti sul terreno della qualità e degli stili di vita messi a fuoco nell'elaborazione dell'Istat nel “Rapporto SDGs 2019. Informazioni statistiche per l'Agenda Italia 2030”. L'eccesso di obesità, per esempio, riguardante i minori tra 6 e 17 anni, in Umbria, tocca il 22,8 per cento, in Centro Italia si ferma al 22, mentre la media nazionale corrisponde al 24,2. Discorso diverso se si va a vedere l'eccesso di peso del complesso della popolazione che nel Cuore verde arriva al 46,6 per cento, in Centro Italia il 43,3, mentre a livello nazionale il 44,8. Preoccupanti i dati su alcol e tabacco. Il consumo dannoso di bevande alcoliche riguarda il 18,3 per cento della popolazione umbra, ed è di oltre due punti percentuali sopra la media del Centro, stabile al 16,85, e di quella nazionale arrivata al 16,7. SERVIZIO COMPLETO NEL CORRIERE DELL'UMBRIA DI MARTEDI' 23 APRILE 2019