Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"Ecco perché ho spento le slot"

Sabrina Busirivici
  • a
  • a
  • a

La protesta dei gestori delle slot approda anche a Perugia e Jordi Calvet Torrents, spagnolo, proprietario di tre sale in Umbria ha chiuso le macchine dal primo febbraio. E non le riaccenderà finché gli operatori del settore non otterranno un confronto al tavolo con il governo. Un faccia a faccia che reputano necessario in quanto nelle ultime manovre finanziarie lo Stato ha progressivamente alzato le tasse sul gioco d'azzardo e si proseguirà, con aumenti regolari, fino al 2023. A questo si aggiunge che il decreto stabilità dal primo gennaio ha abbassato ulteriormente la percentuale di vincita che spetta ai giocatori portando l'erogazione di denaro dal 70% al 68%. Jordi Calvet Trrents racconta al Corriere le sue ragione e quelle di tutta la categoria riunita nella protesta che approderà il 20 febbraio a Roma davanti a Montecitorio. Servizio completo sul Corriere dell'Umbria del 13 febbraio 2019