Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ladri saccheggiano le piccole chiese di montagna

Catia Turrioni
  • a
  • a
  • a

Le piccole chiese di montagna nel mirino dei ladri. L'emblema dell'arte violata è la chiesina di San Vincenzo Martire a Gabbio di Ferentillo, un edificio romanico che all'interno custodisce affreschi del 1500 che raffigurano San Michele Arcangelo che con la bilancia pesa le anime, San Vincenzo Martire e San Rocco. Questi dipinti sono l'unica espressione di arte rimasta. I ladri nel corso del tempo hanno depredato tutto, persino due teste di angelo in stucco. L'archeologa Maria Romana Picuti: "I Comuni non investono sul ripopolamento della montagna". Molto si sta facendo, però, sul fronte investigativo. Sono 377 le opere d'arte rubate recuperate dalle forze dell'ordine nell'anno 2018. Il valore complessivo dei beni archeologici, archivistici e librari è stato stimato in circa 464 mila euro. Il dato emerge dalla relazione fatta dal procuratore presso la Corte d'Appello di Perugia, Fausto Cardella, in occasione dell'inaugurazione dell'anno giudiziario.  Servizio integrale sul Corriere dell'Umbria in edicola mercoledì 30 gennaio 2019