Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Procedure truccate, indagati dirigente e funzionaria comunali

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Seconda inchiesta per la gestione della discarica di Colognola. Dopo i reati ambientali spuntano procedure e affidamenti tarocchi, più l' abuso d'ufficio. Indagati un dirigente e una funzionaria del Comune di Gubbio. Il pm della Procura di Perugia Carmen D'Onofrio ha chiuso l'indagine preliminare a carico di Raffaele Santini (dirigente all'ambiente) - già indagato nel fascicolo ambientale dello stesso pubblico ministero in cui figura anche il sindaco eugubino Mario Stirati - e Silvia Pagnottella (funzionaria responsabile del procedimento). Gli accertamenti sono stati condotti dai carabinieri del Noe, guidati da Francesco Motta. Santini e Pagnottella in concorso tra loro, “con più azioni consecutive del medesimo disegno criminoso” hanno dato luogo al “frazionamento artificioso mediante sette atti di proroga, nuovo affidamento in economia e cottimo fiduciario della direzione tecnica degli impianti di Colognola alla Cooprogetti”, in violazione, secondo il magistrato, del dgls 163 del 2006 e del regolamento comunale dei lavori e forniture in economia, “intenzionalmente procurando - è scritto ancora nell'atto di conclusione delle indagini - alla Cooprogetti (di cui due dirigenti sono indagati nel citato fascicolo ambientale, ndr) un ingiusto vantaggio patrimoniale rappresentato dalla possibilità di continuare a gestire gli impianti ecologici in virtù degli illegittimi provvedimenti”. Turbativa contestata a Santini anche nella scelta della figura della direzione tecnica, con un requisito (la laurea in ingegneria)  - secondo il pm - inserito nell'indagine di mercato e poi modificato. Servizio completo nell'edizione del 25 novembre del Corriere dell'Umbria