Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Soldi ai Comuni che fanno lavorare i profughi

Marina Rosati
  • a
  • a
  • a

Basta con i profughi seduti davanti ai bar con le cuffiette all'orecchio senza fare niente o rintanati negli appartamenti della loro accoglienza. La Regione aveva avanzato la proposta di attuare una vera integrazione basata sul lavoro, mettendoci pure i soldi e così ha fatto. E' stato infatti pubblicato nel Bur l'avviso pubblico rivolto ai Comuni per attuare progetti di integrazione per i richiedenti asilo politico. “La Regione Umbria – ha spiegato il vice presidente della giunta Fabio Paparelli - mette a disposizione dei Comuni 95 mila euro per la realizzazione di attività di volontariato in ambito civile, sociale, educativo, ambientale, sportivo e culturale, realizzando così un valore di natura altamente sociale”. SERVIZIO COMPLETO NEL CORRIERE DELL'UMBRIA DI VENERDI' 12 NOVEMBRE 2018