Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Le bontà della terra tirano l'export umbro

Marina Rosati
  • a
  • a
  • a

Vino e olio sono in testa alla classifica, ma anche prodotti lattiero-caseari, mangimi, carni, tabacco e altri beni da forno che rientrano nella categoria dell'alimentare portano in alto il made in Umbria nel mondo. Crescono infatti le esportazioni di prodotti umbri del settore agroalimentari con un aumento del valore del 5,5 per cento, nei primi sei mesi del 2018, rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. A darne notizia è Coldiretti Umbria sulla base degli ultimi dati Istat relativi al commercio estero, rielaborati dalla stessa associazione di categoria che è andata a spulciare nel dettaglio le due maxi categorie riferite ai prodotti dell'agricoltura, pesca e silvicoltura e quella dell'alimentare, bevande e prodotti da forno. SERVIZIO COMPLETO NEL CORRIERE DELL'UMBRIA DI MERCOLEDI' 19 SETTEMBRE