Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Caccia al cinghiale, è polemica per un nuovo balzello

default_image

Marina Rosati
  • a
  • a
  • a

Venticinque euro in più rispetto ai duecentocinquanta-trecento annui a squadra che i cacciatori di cinghiali dell'Atc 1 devono pagare per poter sparare. L'ulteriore balzello sulle spalle dei cacciatori nell'Atc 1 e nel 3 che ha però differenziato l'incremento (dai 5 ai 34 euro a seconda del distretto) ha scatenato l'ennesima polemica tra gli Ambiti territoriali di caccia e le associazioni venatorie che scendono in campo contro l'aumento dovuto ai maggiori danni della fauna selvatica che vengono risarciti dagli stessi Atc sulla base delle quote e di un contributo annuo della Regione. In pratica i soldi che l'assessorato di Fernanda Cecchini dà agli agricoltori per coprire le distruzioni delle colture che nel 2017 sono state di quasi 700 mila euro non bastano e quindi si corre ai ripari mettendo le mani nei portafogli dei cacciatori di cinghiali. L'aumento ha fatto scattare le critiche delle associazioni venatorie e non solo. SERVIZIO COMPLETO NEL CORRIERE DELL'UMBRIA DI MERCOLEDI' 12 SETTEMBRE 2018