Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Esplosione e rogo in autostrada: un morto e 67 feriti. Crollato viadotto

Bologna, i l luogo della tragedia da un filmato dei vigili del fuoco

Sergio Casagrande
  • a
  • a
  • a

Dramma sulla A14 a Borgo Panigale, nei pressi di Bologna, alle 13.50 del 6 agosto 2018. Un tir cisterna carico di Gpl (per cause in corso di accertamento) in autostrada provocando una serie di esplosioni a catena: il bilancio provvisorio è di 1 morto e 67 feriti. Sull'autostrada si è aperta una voragine. Un fungo di fuoco si è elevato sopra il luogo della tragedia e si è poi trasformato in una densa colonna di fumo visibile anche a chilometri di distanza. - Ore 15.55: si apprende che un ponte autostradale, all'altezza di Casalecchio, risulta parzialmente crollato a causa dell'esplosione. - Ore 15.58: si apprende che molte auto esposte in due concessionarie adiacenti l'autostrada si sono incendiate e molte sono esplose. - Ore 16.00: si ipotizza che a causare l'esplosione del tir possa essere stato un incidente stradale nel quale è rimasto coinvolto il mezzo pesante. - Ore 16:05: l'esplosione è avvenuta in corrispondenza di un tratto autostradale sovrappassante la via Emilia, e ha determinato il crollo della sottostante soletta, in corrispondenza della carreggiata in direzione della A14 Bologna-Taranto, che pertanto resterà chiusa per tutto il tempo necessario alla sua ricostruzione. Le altre porzioni interessate dalle fiamme, quali la carreggiata dello stesso raccordo in direzione dell'A1 e del tratto complanare della Tangenziale, hanno subito danni per i quali sono in corso valutazioni da parte dei tecnici. Sul luogo dell'evento, oltre al personale della Direzione 3° Tronco di Bologna, sono intervenute le pattuglie della Polizia Stradale, i Vigili del Fuoco, i soccorsi sanitari e meccanici. Agli utenti in coda il personale su strada si sta attivando per la distribuzione di acqua refrigerata. - Ore 16:07: La polizia di Stato ha pubblicato sui suoi profili social un video nel quale si vede chiaramente che una porzione di A14, dove si è verificata l'esplosiond con il conseguente incendio, nei pressi di Borgo Panigale, è crollata. La polizia ricorda che resta tuttora chiuso anche il raccordo autostradale tra Bologna Casalecchio e il bivio con la A14 Bologna-Taranto, in entrambe le direzioni. A chi si trova in viaggio in Emilia è attualmente sconsigliato transitare per Bologna. - Ore 16:09: - «A causa di un incidente si è verificata l'esplosione di un'autocisterna con incendio sul raccordo di Casalecchio A14, all'altezza di via Marco Emilio Lepido. Per agevolare i mezzi di soccorso vi invitiamo a usare i mezzi di trasporto in zona Borgo Panigale solo se strettamente necessario». È l'appello lanciato dal Comune di Bologna ai cittadini via facebook. - Ore 16.12: Le squadre dei vigili del fuoco sonoancora al lavoro per spegnere l'incendi.  Sul posto anche gli Usar (Urban search and rescue) e i cinofili. È in corso la ricognizione aerea della zona con l'elicottero del reparto volo di Bologna. Dal luogo dell'incidente si solleva tuttora un'alta colonna di fumo mentre i soccorritori stanno cercando di stabilire il numero esatto dei feriti che, purtroppo, si teme possa essere destinato a salire. - Ore 16.15: il numero dei feriti è aggiornato a 67, di cui almeno 14 gravissimi.  A confermare le cifre dei feriti l'Ausl del capoluogo emiliano: 55 pazienti sono stati trasportati all'ospedale Maggiore di Bologna con ustioni dal primo al terzo grado. Diciotto persone sono state poi dirottate negli ospedali vicini, a Budrio, San Giovanni e Bentivoglio. Altre due persone sono state trasportate a Cesena e a Parma in gravi condizioni. Dieci pazienti hanno riportato ferite lievi e sono stati medicati all'ospedale di Bazzano. - Ore 16.42: il numero dei morti sale a 2. Il tir esploso sembra fosse in realtà una cisterna carica di gpl. Nell'incidente sarebbe rimasta coinvolta anche una bisarca carica di auto. - Ore 16.45: molti dei feriti hanno lesioni da taglio provocate dall'esplosione di vetri delle auto e degli stabili adiacenti il luogo della tragedia. Alcuni feriti vengono trasferiti a Parma perché le strutture sanitarie bolognesi d'emergenza rischiano il "collasso". - Ore 17.00: L'incendio conseguente l'esplosione del tir è stato spento. ALTRA TRAGEDIA IN PUGLIA - Ci sono invece 12 morti in un'altra tragedia della strada che si è verificata sempre il 6 agosto 2018 ma nel Foggiano a Ripalta di Lesina. Sarebbero tutti lavoratori migranti che viaggiavano su un furgone che si è scontrato con un tir. Sul posto sono intervenuti i carabinieri. L'incidente si è verificato lungo la statale 16 all'altezza dello svincolo per Ripalta. A bordo del furgone c'era un numero imprecisato di braccianti agricoli extracomunitari, di etnia africana che si è scontrato con un camion carico di pomodori. Una analogia incredibile con l'incidente che è capitato sabato pomeriggio sempre nel foggiano ad Ascoli Satriano. Al momento dal furgone sono stati estratti 10 cadaveri. Sono ancora in corso le operazioni da parte dei vigili del fuoco.