Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bancarotte in serie, 28 indagati

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Dal fallimento della Pasticceria Giovanni a Perugia al concordato sulle officine Franchi di Bastia Umbra. Ventotto richieste di rinvio a giudizio per una serie di bancarotte fraudolente con distrazioni patrimoniali e pagamenti privilegiati. In concorso. Una inchiesta della guardia di finanza coordinata dalla procura della Repubblica di Perugia - pm Mario Formisano e Manuela Comodi- che ha tolto il velo su nove fallimenti e un concordato. L'udienza preliminare è stata fissata per l'11 luglio. Coinvolti professionisti che ricorrono a vario titolo nei casi citati. Gli imprenditori che hanno attraversato la procedura fallimentare sono indagati per gli stessi reati, anche se si considerano gabbati a loro insaputa. I curatori delle ditte fallite sono parti offese. Ma il vero danno - non ancora quantificato dai pm - è stato subìto dai creditori. Per i singoli soggetti c'è l'ipotesi di violazione della legge fallimentare. Servizio completo nell'edizione del 1 giugno del Corriere dell'Umbria