Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Neve a quote basse e freddo in Umbria, poi da giovedì cambia tutto

default_image

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Neve e freddo. Poi cambia tutto nel giro di due giorni ed ecco il sole. L'Umbria è interessata da perturbazioni. Per tutta la prossima nottata e la mattinata di  martedì 13 febbraio - secondo gli esperti di Umbria Meteo - avremo cielo coperto con precipitazioni intermittenti in Appennino, nevose fin sui fondovalle, più ad ovest nuvoloso o molto nuvoloso con locali addensamenti e possibili isolate, brevi precipitazioni, nevose fin sui 300/500 metri di quota. Durante il pomeriggio di martedì, generale miglioramento con ampi rasserenamenti in avanzamento da ovest. La prima parte della notte tra martedì 13 e mercoledì 14 febbraio cielo sereno e temperature in deciso calo, con valori che scenderanno sotto o intorno agli 0°C un po' ovunque, durante la seconda parte della nottata poi, nubi e successivamente precipitazioni in arrivo da ovest. Queste precipitazioni risulteranno nevose fino a quote basse, a quote generalmente variabili tra i 200 ed i 400 metri, in primis per l'aria fredda accumulatasi nelle valli durante le ore notturne precedenti poi anche per l'aria fredda che comunque, sopraggiunta nella giornata di martedì, resisterà al debole richiamo meridionale che si attiverà durante la formazione del nuovo centro depressionario sull'alto mar Tirreno. Le precipitazioni generalmente saranno deboli o temporaneamente moderate, saranno comunque più frequenti sui settori occidentali e meridionali dell'Umbria.  Le precipitazioni comunque - secondo Umbria meteo - saranno presenti soprattutto nella mattinata di mercoledì 14 febbraio poi nel pomeriggio è atteso un miglioramento atmosferico da ovest con rasserenamenti in serata. Giovedì 15 febbraio cielo sereno o poco nuvoloso con gelate e formazione di ghiaccio al mattino, quindi attenzione soprattutto sulle strade. Tra giovedì 15 e venerdì 16 febbraio poi, consolidamento di una circolazione anticiclonica su tutta l'Italia con ritorno ad un cielo sereno o poco nuvoloso dalle Alpi alla Sicilia, con gelate mattutine e temperature massime in aumento grazie al maggior soleggiamento.