Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Alimenti e bevande, in Umbria infrazioni sopra la media

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

I servizi igiene degli alimenti e nutrizione e i servizi veterinari dei dipartimenti di prevenzione delle Asl dell'Umbria hanno controllato 4.515 unità operative - ossia impianti e attrezzature dei locali, strutture e mezzi di trasporto - delle quali 919, pari al 20,3%, hanno mostrato infrazioni durante le ispezioni. Le percentuali più elevate di irregolarità sono state riscontrate nella ristorazione e per i produttori e trasformatori. E' il quadro a tinte fosche che emerge dall'attività di vigilanza e di controllo degli alimenti e delle bevande in Italia nel corso del 2016: il rapporto è stato pubblicato dal ministero della Salute il 22 dicembre 2017. La percentuale di infrazioni sul numero di controlli che tocca il cuore verde è superiore alla media nazionale. In Italia sono state controllate 275.382 unità operative, delle quali 54.141, pari al 19,7% , hanno evidenziato problemi durante le ispezioni. Servizio completo nell'edizione del 24 dicembre del Corriere dell'Umbria