Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Adesca ragazzina al parco: assolto perché "visionario"

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

L'imputato 75enne era chiamato a difendersi dalla terribile accusa di violenza sessuale. “Per aver adescato al parco di Castel del Piano alcuni giovanissimi - si legge nelle carte - tra cui una ragazzina di 16 anni. Che avrebbe invitato ad avere rapporti con lui, con tanto di carezze in zone proibite e lusinghe varie. Alla quale avrebbe pure regalato soldi (5 euro…) per acquistare cioccolata o una scheda telefonica per fare breccia su di lei", anche se su questo particolare episodio non si sono mai avuti riscontri. Con le testimonianze schiaccianti che hanno contribuito a farlo diventare a tutti gli effetti un pericoloso “orco”. Appesantite, dopo la denuncia ai carabinieri e l'inizio del procedimento giudiziario, dalla relazione del consulente della procura. Che, pur riscontrando nei suoi confronti una chiara patologia, non aveva mai messo in dubbio la sua capacità di intendere e di volere. La difesa più volte aveva sottolineato che quelle dell'assistito erano state semplicemente delle “avances” e nulla di più. Tra l'altro frutto delle sue continue "visioni". La lunga e interminabile battaglia si è chiusa proprio in questi giorni. Quando il giudice Francesco Loschi, dopo le arringhe delle parti in causa e una breve camera di consiglio, ha emesso un clamoroso verdetto di assoluzione nei confronti del presunto molestatore. SERVIZIO COMPLETO DI MAURIZIO MUCCINI SUL CORRIERE DEL 22 NOVEMBRE