Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tratta degli operai nei cantieri del sisma

Nas in azione

Marina Rosati
  • a
  • a
  • a

Caporalato e certificazione false dietro la realizzazione delle casette post terremoto. La procura della Repubblica di Napoli, a seguito i complessi accertamenti del Nas di Napoli, ha rilevato inquietanti indizi in ordine all'esistenza di una associazione per delinquere diretta a commettere i reati di illecita intermediazione sfruttamento del lavoro, falso in atti pubblici e certificazioni, emissioni di fatture per operazioni inesistenti, frodi in pubbliche forniture e inadempimenti contrattuali. Coinvolti nel giro di affari anche due aziende umbre, una in provincia di Terni e l'altra nel Trevano dove sono stati sequestrati tutti i documenti relativi all'indagine. Altre perquisizioni e sequestri sono stati effettuati nei cantieri di Cascia e Preci mentre quattro persone sono finite nel registro degli indagati. SERVIZIO COMPLETO NEL CORRIERE DELL'UMBRIA DEL 10 OTTOBRE 2017