Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Forte scossa in Grecia: epicentro a Rodi. Paura ma nessun grave danno

L'epicentro nella mappa dell'Ingv

Sergio Casagrande
  • a
  • a
  • a

Forte scossa di terremoto, nel pomeriggio del primo settembre 2017, in Grecia, al largo dell'isola di Rodi. Secondo i rilevamenti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia italiano (Ingv) è stata raggiunta magnitudo 5.1 quando in Italia erano le ore 18.48. In Grecia erano le 19.48. La scossa è stata chiaramente avvertita in una vasta area dell'arcipelago del Dodecanneso e soprattutto nelle isole di Rodi, Scarpanto (Karpathos) e Tilo (Tilos). A Rodi ci sarebbero state scene di panico. Inizialmente non sono stati segnalati né danni, nè feriti, ma alle 20.00 (ora italiana), alcuni siti hanno diffuso la notizia che alcuni abitanti dell'isola di Rodi avrebbero "segnalato la presenza di danni su edifici". In realtà sembra più semplicemente trattarsi dell'aggravamento di danni subiti già a seguito dei forti terremoti che hanno interessato l'area del mar Egeo nei mesi scorsi. Sull'isola di Rodi - dove è ancora piena stagione turistica - sono comunque ancora in corso accertamenti da parte delle autorità e delle forze di polizia. L'ipocentro è stato localizzato a 74 km di profondità, in mare, a pochi chilometri di distanza, in direzione sud, da Lindos, la seconda città per numero di abitanti dell'isola di Rodi. Negli ultimi mesi, in Grecia, la terra è tornata a tremare in maniera particolarmente forte già in altre occasioni.. Il 30 luglio 2017 una scossa di magnitudo 5.2 è stata registrata al largo di Creta, mentre il 21 luglio 2017 tre turisti sono morti più di 200 le persone sono rimaste ferite nel terremoto di magnitudo 6,7 che ha colpito l'isola di Kos, nel mar Egeo. Il 12 giugno 2017, una scossa di magnitudo 6.2 ha invece provocato un morto e 10 feriti nell'isola di Lesbo.