Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Si ustiona con la sigaretta elettronica, a processo due commercianti

Sergio Casagrande
  • a
  • a
  • a

Si è ustionato alla bocca a causa del liquido fuoriuscito da una sigaretta elettronica acquistata pochi giorni prima in un negozio di Montefiascone, in provincia di Viterbo. Il protagonista è un quarantenne dell'Alta Tuscia che attualmente abita a Civitella d'Agliano. Per quella sigaretta difettosa sono finiti a processo i titolari di due “tabaccherie” specializzate nella vendita di queste sigarette elettroniche e relativi accessori (in particolare i liquidi da inserire all'interno). Si tratta dei titolari di due negozi di Montefiascone e Viterbo (difesi dagli avvocati Giuseppe La Bella e Maria Luisa Piccirilli). In aula ha testimoniato un finanziere che partecipò al controllo nel negozio di Montefiascone scattato dopo la denuncia presentata dall'uomo che si era ustionato con la sigaretta finta. A causa di quell'incidente il quarantenne riportò diverse lesioni nel cavo orale e presentò querela.