Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Preside contro i gruppi WhatsApp

default_image

Marina Rosati
  • a
  • a
  • a

Non è tutto ora quello che luccica. Ed anche WhatsApp ha i suoi limiti, soprattutto i gruppi che vengono creati in ambito scolastico dai genitori. A dirlo attraverso una lettera è una dirigente scolastica di Marsciano che ha messo in evidenza i limiti di questa chat soprattutto perché deresponsabilizza gli studenti che, in caso di mancanza dei loro doveri, vengono subito soccorsi dai genitori attraverso il gruppo. In più secondo la preside l'interlocuzione sarebbe sempre più complicata perché si parte per parlare di una cosa e l'intervento successivo di qualcuno finirebbe per portare a discutere di tutt'altro argomento. SERVIZIO COMPLETO NELL'EDIZIONE DEL CORRIERE DELL'UMBRIA DI GIOVEDI' 16 MARZO