Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Preso il mostro di Hemer: ha 19 anni e massacrato almeno 3 bambini

Esplora:

Sergio Casagrande
  • a
  • a
  • a

Orrore in Germania. Bambini attirati da un mostro di appena 19 anni con le proposte di giochi e barbaramente trucidati con decine e decine di coltellate. Un fatto che, per alcuni aspetti, richiama alla mente le tristi cronache di Foligno dei primi anni '90. Dopo il ritrovamento, il 6 marzo 2017, del corpo di un bimbo orrendamente massacrato, era stata avviata una grande caccia all'uomo in cerca dell'assassino e il 9 marzo 2017 proprio il ricercato si è costituito. La Germania ha così scoperto che anche il mostro era un giovane: un ragazzo insospettabile di appena 19 anni. La prima vittima - Jaden, 9 anni - era stata nella cantina di un villino di Hemer, città di 37mila abitanti della Renania Settentrionale-Vestfalia. Jaden era stato ucciso con almeno 40 coltellate. Le indagini avevano permesso di identificare l'assassino in Marcel Hesse, 19 anni, ed erano iniziate le ricerche del ragazzo. Ma di lui, nonostante una lunga caccia all'uomo, non è stata trovata traccia fino alla tarda serata del 9 marzo quando il ragazzo si è spontaneamente consegnato alla polizia. Marcel è entrato in un pub e al proprietario ha detto: "Sono io il mostro che stanno cercando. Ho ucciso io Jaden". Ora, dalle indagini, si è scoperto che l'assassino, in una chat ("Darknet") da tempo postava messaggi e foto definite dalla polizia "sconvolgenti". Tra queste sono state trovate le immagini di lui con le mani insanguinate accanto al corpo del piccolo Jaden riverso su "una immensa pozza di sangue".  Marcel nella stessa chat aveva accennato ad altre due vittime: altri due bambini che avrebbe orribilmente ucciso. Nella chat in particolare, ha anche descritto una donna "che è stato ancor più difficile da abbattere". Intanto dall'autopsia è emerso che il piccolo Jaden non ha subito abusi sessuali, ma è confermato che le coltellate non sono state meno di 40.