Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Valle dei fuochi, perforazioni al lago

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Le analisi ambientali di Arpa e Noe in Valnestore nell'ambito dell'inchiesta sugli interramenti di ceneri e rifiuti sono arrivate nella fase cruciale. Sono iniziate le perforazioni sulla sponda del lago che forma un dente anomalo rispetto all'ovale dell'invaso artificiale. Sono emerse ceneri di deposito nei primi metri di carotaggio. In fondo al pozzetto verrà installato un piezometro per raccogliere le acque sotterranee e analizzarne la composizione. Per capire cosa nasconde la Valle dei fuochi. Sono stati segnalati da testimoni fusti e rifiuti pericolosi. Ma prima bisognerà scavare ancora: l'obiettivo è arrivare a 40 metri di profondità. Sono due i punti evidenziati dalla campagna di sondaggio dell'area effettuata con l'elettromagnetometro alla fine dello scorso anno. Intanto dai verbali delle audizioni della commissione bicamerale sulle ecomafie spuntano le dichiarazioni del commissario liquidatore Filiberto Graziani: l'area sarebbe stata bonificata con tanto di soldi spesi ma poi i sopralluoghi hanno dimostrato una "evidente criticità ambientale". SERVIZIO COMPLETO SUL CORRIERE DELL'UMBRIA DI MARTEDI' 14 FEBBRAIO