Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ludopatia, la proposta: "Sale scommesse con gli stessi vincoli delle sale gioco"

alessandra Borghi
  • a
  • a
  • a

La legge regionale sulla ludopatia, fenomeno ampiamente attestato anche in Umbria, può essere migliorata. Basta introdurre l'equiparazione tra le sale da gioco e le sale scommesse.  In tal modo anche queste ultime sarebbero sottoposte ai limiti previsti per la distanza da punti sensibili come le scuole, i gestori sarebbero coinvolti nei percorsi di formazione obbligatoria e sarebbe prevista la diffusione di materiale informativo sul rischio del gioco patologico, così come avviene nelle sale gioco. La proposta è stata avanzata dal consigliere regionale del Pd Carla Casciari.  Di recente una forte mobilitazione si è creata nel capoluogo umbro per evitare che una sala giochi apra i battenti a Porta Pesa dove insistono diverse scuole. In questo caso il consiglio comunale ha approvato un ordine del giorno che recepisce le istanze di associazioni come Libera e residenti.