Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ternana, stadio e clinica: dalla regione arriva un'apertura

Luca Mercadini
  • a
  • a
  • a

Enrico Melasecche tende la mano a Stefano Bandecchi, presidente della Ternana, esortandolo ad illustrare con un razionale progetto di fattibilità la proposta di costruzione di un “Liberati” moderno e funzionale per 20mila spettatori e di una clinica medica di avanguardia, con 100 posti letto privati e altrettanti in convenzione col sistema sanitario nazionale. “Terni - scrive l'assessore regionale alle infrastrutture nella lettera aperta indirizzata al presidente rossoverde - ha bisogno di imprenditori e amministratori coraggiosi… quando ero assessore comunale ho cercato di proporti un progetto che ti vedesse protagonista nel recupero dello stadio e in iniziative per coprire le spese di ristrutturazione e aprire con la città un rapporto proficuo… ho parlato in questi mesi con Paolo Tagliavento dei costi di una struttura che necessita di una manutenzione onerosa… per questo sono rimasto meravigliato quando da unico ternano nella nuova giunta regionale del presidente Donatella Tesei ho letto di un progetto che non ho mai visto, col quale ti proponi di affrontare, dico finalmente, la ristrutturazione del Liberati… gettare un sasso nello stagno della politica e della pubblica amministrazione riporta in auge una vecchia discussione fra sanità pubblica e privata a Terni… però se si fanno le cose seriamente, nel rispetto delle procedure necessarie, non esistono tabù… anzi il tuo sasso potrebbe essere provvidenziale per obbligare tutti ad affrontare un dualismo che a Perugia hanno risolto positivamente… la tua proposta aumenta attrattività e mobilità attiva e non vedo come non si possa affrontare… purché corredata da un piano di fattibilità urbanistica, funzionale, sanitaria e sportiva… la burocrazia costituisce buon governo quando indirizza le iniziative verso percorsi limpidi consentendo nella necessaria concorsualità di realizzarle con sollecitudine… condivido le precisazioni del sindaco Leonardo Latini… confrontiamoci nei rispettivi ruoli piuttosto che lanciare proclami … sono disponibile a contribuire ad un progetto importante perché Terni ha bisogno di idee e di uomini in grado di realizzarle”. Insomma, pace fatta. Adesso però è necessario accelerare, agendo con assoluta trasparenza e tempistiche ragionevoli. In questa ottica suona come monito duro ma condivisibile il comunicato “… siamo basiti nel constatare un dialogo tramite social e non nelle dovute sedi istituzionali e quindi auspichiamo al più presto un confronto serio e chiarificatore…” diramato dal club “Rocca rossoverde”. Lecito attendersi novità concrete entro la fine della prossima settimana.