Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sara e le guarigioni, il parroco: "La Madonna è venuta qui per lei”

Euro Grilli
  • a
  • a
  • a

“Sono ufficialmente incaricato dal vescovo, monsignor Mario Ceccobelli, a raccogliere tutti gli elementi, tutti i dati, tutte le testimonianze relative alla piccola Sara”. Così padre Francesco Ferrari, domenica mattina nell'omelia, durante la messa celebrata nella chiesa di San Martino in Colle. Il francescano ha ripetuto l'ultima eccezionale testimonianza che chiama in causa Sara Mariucci, la bimba di 3 anni e 7 mesi morta fulminata su un giostra mentre era in vacanza in Calabria il 5 agosto del 2006, e che la sera prima di morire aveva raccontato alla madre Anna di aver sognato “l'altra sua mamma Morena”, la Madonna Morena che ha il suo santuario a Copacabana in Bolivia. LEGGI Il vescovo conferma e rivela “Dopo la messa dell'8 dicembre scorso - ha detto padre Ferrari - una donna di Latina malata di tumore, si è recata a pregare sulla tomba della piccola Sara, qui nel vicino cimitero. Durante la preghiera ha detto aver visto la Madonna Morena insieme a Sara. Tornata a casa si è preparata per l'intervento chirurgico programmato da tempo, e il 10 dicembre è entrata in ospedale. Prima si finire sotto i ferri il chirurgo l'ha sottoposta all'ultima risonanza magnetica. Con grande stupore il risultato è stato quello che il tumore era sparito e la donna era completamente guarita”. Poi Padre Francesco ha modificato il tono della voce e quasi ammonendo i fedeli ha aggiunto: “Il Signore parla ai bambini perché sono innocenti”. Così come dice Luca (Lc 1,76): “E tu bambino sarai chiamato profeta dell'Altissimo”. E ancora: “La Madonna è venuta su questo piccolo colle dove c'è la bambina Sara. Così come a Bernadette Soubirous è apparsa a Lourdes, così come a Fatima alla piccola Lucia, a Giacinta e Francisco. La Madonna è venuta su questo piccolo colle di Gubbio per portare il suo messaggio di pace e di amore”. LEGGI "Guarita sulla tomba di Sara" Quindi Padre Francesco ha concluso: “Io sono un semplice notaio che annota tutti gli accadimenti, tutti gli episodi, tutte le testimonianze. Ho il dovere di farlo così come mi ha chiesto il vescovo Ceccobelli. Ma mi interrogo sul perché il Signore ha scelto me, vecchio e con i capelli bianchi, per venire su questo colle, il colle della piccola Sara”. LEGGI "Guarita dal tumore sulla tomba di Sara" Domenica mattina, dopo la messa, una famiglia di Firenze con una bimba malata, una coppia di Gualdo Tadino, un'altra famiglia di Bastia Umbra che avevano letto dell'apparizione della Madonna sono saliti nel cimitero e sono andati a pregare sulla tomba di Sara Mariucci. Tutto il lavoro di padre Francesco sta andando a ingrossare un dossier che il vescovo sta preparando sugli strani accadimenti che si sono verificati e continuano a verificarsi dopo la morte della piccola Sara.