Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus in Umbria, l'indagine seriologica riprende. Dalla Croce rossa appello a partecipare

Catia Turrioni
  • a
  • a
  • a

Coronavirus in Umbria, riparte mercoledì 3 giugno l'indagine di sieroprevalenza dell'infezione da virus Sars-CoV-2 promossa dal ministero della Salute e Istat, con la collaborazione della Croce rossa italiana. Dopo la prima ondata di campioni “anticipatori”, si riparte con i test sul campione totale con prelievi a Citerna, San Giustino, Città di Castello, Umbertide per poi proseguire nelle altre località umbre. “In vista dei nuovi prelievi – afferma Paolo Scura, presidente del Comitato regionale Umbria della Croce rossa italiana - ci auguriamo di avere una risposta più numerosa e positiva da parte dei soggetti selezionati, data l'importanza dell'indagine su più fronti, sia per il singolo cittadino, che per l'intero Paese. Gli operatori sono già a lavoro per fissare altri appuntamenti telefonici con gli utenti individuati dall'Istat e ricordo che le chiamate possono arrivare solo dal numero che inizia per 06 5510”. Nel corso della prima settimana, sono state effettuate 757 chiamate con risposta (93%), di cui 346 (45%) hanno portato alla conferma di un appuntamento con un totale di prelievi effettivi pari a 342 (il 99% dei soggetti ha rispettato l'appuntamento preso); 254 (34%) sono gli esiti provvisori in attesa di conferma o chiamata, 59 (7%) i soggetti risultati irreperibili e 157 (21%) le persone che hanno rifiutato di partecipare.