Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, scuole più sicure a settembre: ecco la mappa degli interventi negli istituti superiori della regione

Catia Turrioni
  • a
  • a
  • a

E' iniziata la corsa contro il tempo per i lavori di messa in sicurezza in vista delle riaperture di settembre per le scuole dell'Umbria. La Provincia di Perugia mette a segno un piano per complessivi ottanta milioni di euro. In particolare, sono 25 gli interventi di adeguamento alla sicurezza su elementi non strutturali (per esempio, solai e pavimenti) già in corso e per i quali sono stati stanziati 4.900.000 euro che, salvo imprevisti, dovranno essere terminati (tutti tranne uno, più corposo, per il quale i tempi potrebbero allungarsi) per la ripresa delle lezioni di settembre. Altri quattro interventi, invece, riguardano l'efficientamento energetico e prevedono un investimento complessivo di un milione e 200 mila euro. Sono invece tredici i lavori in corso, per un milione e mezzo di euro, per l'ottenimento del certificato di prevenzione incendi e che dovrebbero (nella quasi totalità dei casi) concludersi in tempo per il nuovo anno scolastico. Rientrano tra gli interventi pronti per settembre, per esempio, quelli in corso all'IIS “Mazzatinti” di Gubbio e all'IIS “Casimiri” di Gualdo Tadino. Per quanto riguarda la città di Gubbio, in particolare, sono già stati affidati alla ditta esecutrice i lavori di adeguamento e prevenzione incendi della sede del Liceo classico dell'istituto Mazzatinti, per un importo complessivo di 70 mila euro. Sono stati appena ultimati, invece, i lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento alla sicurezza: quello dell'Istituto Casimiri di Gualdo Tadino per un importo di 40 mila euro relativi al Dm 607/2017 per interventi sulla vulnerabilità di elementi non strutturali quali intonaci e controsoffitti e quello relativo alla copertura della palestra a servizio dello stesso istituto. Miglioramento energetico, sismico e adeguamento alla sicurezza anche per gli istituti superiori di Città della Pieve. A Norcia, invece, è in corso di svolgimento la sostituzione della struttura scolastica temporanea che dovrà ospitare i ragazzi in attesa che venga completato il mega progetto per il nuovo “Battaglia”. Già finanziato un milione e 100 mila euro. A Santa Maria degli Angeli è in corso, e sarà terminato per il riavvio dell'anno scolastico, l'ampliamento dell'Istituto alberghiero. A questi interventi di immediata realizzazione, se ne affiancano altri più complessi e che prevedono tempi decisamente più lunghi. E' il caso del nuovo edificio scolastico in sostituzione dell'Istituto Franchetti che sarà realizzato accanto alla sede del Salviani per dare così vita a un polo scolastico unico. Per l'intervento in corso di progettazione sono stati stanziati 4.400.000 euro. E' invece in fase di affidamento la progettazione dell'intervento di miglioramento sismico ed efficientamento energetico del Liceo Plinio il Giovane, sempre a Città di Castello, per il quale sono previsti 4.725 mila euro. A Foligno, è in corso la gara per affidare la progettazione del nuovo Liceo scientifico Marconi. In questo caso, è previsto un intervento di demolizione e ricostruzione con ampliamento dell'esistente. Anche la Provincia di Terni va avanti spedita per quanto riguarda i lavori di manutenzione. Al liceo scientifico Donatelli verranno destinati un milione e 795mila euro per il miglioramento sismico, soldi provenienti dai fondi europei Por-Fesr. Altri due milioni e 84mila euro, provenienti dai mutui Bei 2018-2019, saranno destinati all'adeguamento sismico dell'Istituto tecnico tecnologico Allievi-Sangallo.