Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus in Umbria, migliaia di famiglie non riescono più a pagare l'affitto: l'allarme del Sunia

Catia Turrioni
  • a
  • a
  • a

Coronavirus in Umbria, adesso è emergenza affitti. Secondo le stime del Sindacato inquilini sono circa 6.500, a Perugia, le persone che si trovano in grandissima difficoltà per pagare il canone. Più di uno su tre locatari considerando anche studenti e locali commerciali. “Le persone sono disperate, chi ha perso il lavoro ora ha paura di restare anche senza una casa”, dice Cristina Piastrelli, segretario provinciale del Sunia. I più colpiti sono i lavoratori precari, quindi tutti coloro che sono rimasti disoccupati e che si guadagnavano da vivere con impieghi in nero. Quello del sommerso, peraltro, è un mondo che sta venendo alla luce in proporzioni molto più vaste di quanto si potesse immaginare. Il sindacato degli inquilini ha già provveduto a segnalare, dall'inizio dell'emergenza, venticinque famiglie alla protezione civile: sono nuclei formati da moglie e marito che lavoravano in nero e che ora non hanno i soldi nemmeno per mangiare, figurarsi per pagare l'affitto.  Servizio integrale sul Corriere dell'Umbria di mercoledì 29 aprile