Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus Umbria, giovane ternana bloccata in Brasile. Il padre si rivolge alla Farnesina

Eusebio e Brigitte Belli

Giorgio Palenga
  • a
  • a
  • a

di Giorgio Palenga Aveva deciso di festeggiare la fresca laurea andando a far visita agli zii, in Brasile, che non vedeva da dieci anni. Mai, però, avrebbe potuto pensare che nel frattempo sarebbe scoppiata una pandemia mondiale che l'avrebbe costretta “sine die” in terra paulista, visto che si trova a San Paolo, con possibilità alquanto… incerte di poter rientrare in Italia in tempi ragionevoli. La storia di questa giovane ternana, Brigitte Belli, attualmente bloccata nella terra di Pelè e Tom Jobim, la racconta il padre, l'imprenditore Eusebio Belli, conosciutissimo in Umbria, e fuori, anche per la sua lunga attività nell'industria del divertimento notturno, prima da deejay e poi nella gestione di locali sempre di alto livello. “Il biglietto per il Brasile lo abbiamo fatto lo scorso 18 dicembre – racconta Belli – con partenza il 2 marzo 2020. Mai avremmo pensato che Brigitte potesse poi ritrovarsi in questa situazione. Anche perché Alitalia, il vettore con cui è partita, anche quando ha iniziato a prendere corpo lo scenario attuale ci aveva rassicurato: il suo volo di ritorno, previsto per l'8 aprile 2020, sarebbe stato posticipato solo di tre giorni, quindi rientro l'11, sempre da San Paolo. E invece…”. Invece da lì è partita una specie di odissea. “Il volo dell'11 è stato a sua volta cancellato – prosegue Eusebio Belli – con prima partenza il 2 maggio e ora addirittura il 17 maggio 2020! Alla richiesta di spiegazioni ad Alitalia abbiamo avuto risposte generiche, come se non dipendesse dalla compagnia. Così alla fine mi sono rivolto alla Farnesina”. Belli, però, ha atteso invano una settimana. “Senza avere risposta, almeno fino ad oggi (sabato 18 aprile 2020 ndr), quando la storia di Brigitte ha iniziato a circolare su social e agenzie di stampa. Finalmente, quindi, mi hanno risposto, ma per dire che stavano cercando di organizzare un volo per gli italiani bloccati in Brasile da… Fortaleza! Ovvero dal nord est, una località distante 3.200 chilometri da San Paolo, dov'è Brigitte e dove ci sono quattro aeroporti internazionali. La regione di San Paolo, per chi non lo sapesse, fa qualcosa come 12 milioni di abitanti, e il Brasile è quasi due volte l'Europa, come estensione”. Insomma, se Alitalia fa spallucce, il ministero degli esteri propone soluzioni francamente improbabili… “In una situazione come questa ci saremmo aspettati una sensibilità diversa per poter aiutare un italiano all'estero. E sicuramente il caso di mia figlia non sarà neanche isolato, visto che da e per il Brasile sono tantissimi i nostri connazionali che abitualmente viaggiano”. Anche in epoca di pandemia. (Leggi le regole per chi rientra dall'estero)