Coronavirus, il direttore di Cna: "Servono misure anticicliche per ripartire"

Epidemia

Coronavirus, il direttore di Cna: "Servono misure anticicliche per ripartire"

06.04.2020 - 22:45

0

“In questa situazione di gravissima emergenza sanitaria ed economica è assolutamente indispensabile ripartire in sicurezza entro il mese di aprile, garantire liquidità a tutte le imprese, comprese quelle di micro e piccole dimensioni, e attuare misure anticicliche per tornare a crescere. Altrimenti presto ci troveremo di fronte un vero deserto”.
Ne è convinto Roberto Giannangeli, direttore di Cna Umbria. “È indispensabile che le attività ripartano al più presto trovando il modo, caso per caso, per conciliare il lavoro con il rispetto delle misure di sicurezza, non si può restare chiusi a tempo indefinito. Ma allo stesso tempo occorre garantire la liquidità necessaria a tutte le imprese, anche a quelle di micro e piccole dimensioni che costituiscono il 95% dell’ossatura del sistema produttivo italiano, perché se moltissime attività sono sospese, non si può dire lo stesso per gli impegni verso i dipendenti e i fornitori. A questo, infine, vanno affiancate misure anticicliche per sostenere la ripartenza. La partita è fondamentale e va giocata fino in fondo perché il rischio è di veder sparire interi comparti del nostro sistema produttivo. Sulla liquidità, le indiscrezioni sul decreto che dovrebbe uscire sulla gazzetta ufficiale oggi (domani 7 aprile) ci fanno ben sperare sulla volontà del Governo di adottare misure per consentire a tutte le imprese l’accesso a linee di credito. Dopodiché si dovrà pensare a delle forti misure anticicliche per sostenere e rilanciare i vari settori. Uno dei comparti su cui fare leva, secondo noi, è quello delle costruzioni. Per prima cosa bisogna pensare a una sospensione del codice degli appalti e alla nomina di commissari straordinari per bypassare la burocrazia amministrativa nella quale sono rimaste impantanate le imprese in questi anni e tutta la ricostruzione post sisma. E poi andrebbero ampliati i crediti di imposta relativi agli eco e sisma bonus, trasformandoli magari in titoli cedibili al sistema bancario per incentivare tutte le opere di manutenzione da parte dei privati. Per il settore del turismo, che insieme al trasporto persone è stato il primo a subire il primo, brusco stop, si potrebbe pensare, per tutte le famiglie italiane che nell’anno in corso sceglieranno di trascorrere le loro vacanze in Italia, di istituire un credito di imposta del 50% per importi fino a 3mila euro. Un’altra misura potrebbe essere il rilascio di un voucher per gli studenti che scelgano di effettuare uno stage o gita nel nostro Paese nel periodo estivo. E poi c’è il settore manifatturiero, per il quale stiamo chiedendo che si vada verso un ingente potenziamento delle misure previste dal pacchetto Impresa 4.0 per sostenere i nuovi investimenti già dal 2020. In Umbria stiamo chiedendo lo scorrimento delle graduatorie sui bandi regionali per finanziare tutte quelle imprese che avevano già manifestato di voler realizzare innovazioni a livello aziendale. Infine, non appena saranno ripartite le attività e durante tutta la seconda metà dell’anno, va pensata una grande campagna di rilancio del made in Italy rivolta verso quei Paesi che non sono interessati dalla pandemia. In attesa del nuovo decreto, nel frattempo abbiamo ricevuto rassicurazioni rispetto alla nostra richiesta di innalzare a 8oo euro mensili l’indennità prevista dal decreto Cura Italia per le imprese. Bene anche la sospensione delle imposte per i mesi di aprile e maggio, cui va affiancata la riduzione delle tasse anche attraverso il Fondo sulla svalutazione dei crediti di cui dispongono in maniera ingente tutti i Comuni. Insomma, attendiamo con fiducia che le nostre proposte vengano accolte. Se così non fosse, in un Paese come il nostro in cui oltre il 60% dell’occupazione è garantito dalle piccole imprese, a differenza della crisi del 2008-09 – conclude Giannangeli - avremmo non solo un’altra moria di imprese, ma anche una chiusura generalizzata di comparti fondamentali del sistema produttivo e la perdita di migliaia di posti di lavoro”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Frode e riciclaggio: Gdf sequestra ville e quadri di Picasso

Frode e riciclaggio: Gdf sequestra ville e quadri di Picasso

Milano, 5 giu. (askanews) - Due lussuose ville e 20 mila mq di terreni in Sardegna, 67 opere d'arte e di antiquariato, tra cui dipinti di Pablo Picasso e ancora sculture, mobili ed oggetti di arredo, argenterie, gioielli antichi, pendoli ed orologi, risalenti al XVII e XVIII secolo. Sono alcuni dei beni, per un totale di 20 milioni di euro, che la Guardia di Finanza di Milano ha sequestrato a un ...

 
Saronno, rivendevano strumenti medici dell'ospedale: due arresti

Saronno, rivendevano strumenti medici dell'ospedale: due arresti

Milano, 5 giu. (askanews) - I carabinieri di Varese e i finanzieri di Saronno hanno arrestato per peculato in concorso la dirigente farmacista dell'ospedale di Saronno e l'amministratore di una società specializzata nella vendita di dispositivi medici, accusati di rivendere materiale sanitario del nosocomio. Nel novembre scorso l'azienda sanitaria "aveva rilevato una serie di ordinativi anomali ...

 
Omaggio a Giovanni Falcone, querelato lo street artist TvBoy

Omaggio a Giovanni Falcone, querelato lo street artist TvBoy

Palermo, 5 giu. (askanews) - È costato una querela per "Deturpamento e imbrattamento di cose altrui" l'omaggio al giudice Giovanni Falcone ucciso dalla mafia nel 1992, realizzato a Palermo da TvBoy, nome d'arte dello Street artist Salvatore Benintende. L'opera era stata realizzata in Piazza Marina, il 23 maggio 2020 e ritraeva il giudice con in mano una bomboletta spray davanti alla scritta "È ...

 
Bill Gates dona 100 milioni di dollari per vaccino anti Covid-19

Bill Gates dona 100 milioni di dollari per vaccino anti Covid-19

Milano, 5 giu. (askanews) - Bill Gates ha annunciato che la sua fondazione donerà 100 milioni di dollari per il vaccino contro il Covid-19. Lo ha fatto durante il summit, in corso virtualmente a Londra, dell'alleanza globale per i vaccini, a cui ha promesso ulteriori fondi. "La nostra fondazione ha promesso 1,6 miliardi di dollari per aiutare l'alleanza a continuare il suo lavoro per altri 5 anni....

 
Stasera in tv venerdì 5 giugno 2020 il film Sabbia Rosso Sangue su Rai2: la trama

Televisione

Stasera in tv venerdì 5 giugno 2020 il film Sabbia Rosso Sangue su Rai2: la trama

Stasera, venerdì 5 giugno 2020, in tv su Rai 2 in prima serata c'è il film “Sabbia Rosso Sangue”. La storia riguarda da vicino l’indagine del commissario Hella Chritensen che ...

05.06.2020

Stasera in tv venerdì 5 giugno 2020: il film 2 Fast 2 Furious su Italia Uno, la trama

Televisione

Stasera in tv venerdì 5 giugno 2020: il film 2 Fast 2 Furious su Italia Uno, la trama

Stasera, 5 giugno alle ore 21.30 va in onda su Italia Uno il film 2 Fast 2 Furious diretto da John Singleton con Paul Walker, Tyrese Gibson, Cole Hauser, Eva Mendes, Ludacris,...

05.06.2020

Stasera in tv 5 giugno Quarto Grado su Retequattro: caso Elena Ceste e l'estate col Coronavirus

Televisione

Stasera in tv 5 giugno Quarto Grado su Retequattro: caso Elena Ceste e l'estate col Coronavirus

Appuntamento stasera, venerdì 5 giugno, alle ore 21.25, su Rete 4, con Quarto grado, programma condotto da Gianluigi Nuzzi con Alessandra Viero. La trasmissione a cura di ...

05.06.2020