Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus Umbria, a Terni slitta al 2022 il campionato mondiale di tiro con l'arco 3D

Giorgio Palenga
  • a
  • a
  • a

Il Coronavirus fa perdere all'Umbria il campionato mondiale di tiro con l'arco 3D, in programma a Terni per il 2021. (Leggi quando fu assegnata l'organizzazione) O meglio, lo fa solo rinviare, visto che la manifestazione è stata già messa in calendario per l'anno seguente, ovvero il 2022. Si tratta di un evento di importanza tale che va al di là del semplice fatto sportivo, visto che erano attesi migliaia di atleti e accompagnatori provenienti da tutto il mondo. La decisione è stata presa dal consiglio federale della Federazione italiana tiro con l'arco, anche se l'ok definitivo arriverà nei prossimi giorni quando si riunirà la World Archery, sempre in videoconferenza, per deliberare sul calendario internazionale. Per non vedere vanificato il grande impegno sia economico che organizzativo fino ad oggi svolto dagli Arcieri Città di Terni, in ultimo il nuovissimo impianto coperto nato oltre che per poter migliorare lo svolgimento dell'attività sportiva nei periodi invernali anche e soprattutto per poter ospitare grandi eventi, gli Arcieri Città di Terni, hanno dato la propria disponibilità, pur di garantire in città una manifestazione di livello mondiale, di poter organizzare invece che il mondiale 3D un campionato Mondiale Campagna (h+f), gara ancora più importante e ancora più impegnativa dal punto di vista organizzativo.  “Credo che per Terni un evento così importante non debba sfuggire anche nell'ottica di una ripresa economica sia per la città che per tutto il territorio regionale – afferma Stefano Tombesi, vice presidente degli Arcieri Città di Terni - in questi ultimi anni si sono riempite colonne di giornali e fatti grandi spot dicendo che sport e turismo debbano andare a braccetto e che sono un connubio ideale per l'economia ternana. C'è bisogno di grandi eventi a respiro nazionale e internazionale per riempire gli alberghi della città e dare un importante input alle attività economiche del territorio”.