Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Coronavirus, Umbria: treni ridotti: meno passeggeri, più congedi, capotreno positivo e colleghi in quarantena

Marina Rosati
  • a
  • a
  • a

Dagli 86 treni che ogni giorno attraversavano l'Umbria si è scesi a 52, più 8 corse effettuate con gli autobus. Sono questi i numeri, forniti da Trenitalia, sul traffico ferroviario in tempo di Coronavirus. Una riduzione dovuta innanzitutto alle restrizioni di sicurezza imposte dal governo che hanno fatto scendere sensibilmente il numero dei passeggeri. C'è poi il fattore dei contagiati tra gli operatori del trasporto su ferro che, al momento secondo quando spiega il segretario della Uil trasporti, comparto ferroviario, Sergio Lombardi, dovrebbe essere solo uno. “Abbiano notizia di un capotreno risultato positivo al Coronavirus - spiega il sindacalista e di conseguenza di alcuni colleghi messi in quarantena”. A pesare sulle difficoltà di gestione del comparto è anche il ricorso maggiore al congedo parentale, in conseguenza della chiusura delle scuole. “Diversi colleghi hanno richiesto ed avuto questa possibilità per stare dietro ai figli a casa”. Leggi anche: Coronavirus Umbria, l'assessore ai trasporti Melasecche: "Trenitalia riduce il servizio per personale malato" Coronavirus, Trenitalia cancella quasi tutte le Frecce: restano solo 23 veloci in tutta Italia. Ecco quali