Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia: discarica abusiva di rifiuti speciali lungo il corso d'acqua, interviene Legambiente

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Il fosso Santa Margherita a Ponte San Giovanni trasformato in discarica abusiva. Sabato è stato parzialmente ripulito dai volontari di Legambiente. C'erano, tra gli altri, Giovanni Carmignani, Martina Parlmisano, Greta Mattioli, Daniela Davoli. Non è mancato il contributo della Podistica Il Colle. “Abbiamo ripulito circa 450 metri di sponde del fosso”, spiegano Carmignani e le altre volontarie, “ma molti altri rifiuti restano nell'alveo”. C'erano rifiuti speciali, frigoriferi, pneumatici, pezzi di ferro. Per non parlare dell'eternit, segnalato in zona Madonnina, dietro il campo sportivo. “Il fosso Santa Margherita”, spiega lo storico ambientalista Franco Granocchia, presente sul posto, “è sempre stato uno dei corsi d'acqua sacri per i ponteggiani. Oggi versa in condizioni pessime, anche dal punto di vista della manutenzione”. Si moltiplicano i casi di discariche abusive in città.