Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, cartelle esattoriali da pagare: ultima possibilità per 22 mila, la rottamazione scade il 28 febbraio

Marina Rosati
  • a
  • a
  • a

Nuovo appuntamento con la “rottamazione-ter” delle cartelle per oltre 22 mila contribuenti umbri (16 mila perugini e 6 mila ternani). Il 28 febbraio 2020 è il termine stabilito dalla legge per il pagamento della rata prevista dal piano dei pagamenti già comunicato nei mesi scorsi agli interessati e disponibile in copia sul sito internet dell'ente di riscossione. La cosiddetta rottamazione-ter (decreto Legge n. 119/2018) prevede la possibilità di estinguere i debiti iscritti a ruolo (affidati dagli enti creditori all'agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017) versando le somme dovute senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora. Per le multe stradali non si pagano gli interessi di mora e le maggiorazioni previste dalla legge. È possibile pagare la rata della “rottamazione-ter” presso la propria banca, agli sportelli bancomat (Atm) abilitati ai servizi di pagamento Cbill, con il proprio internet banking, agli uffici postali, nei tabaccai aderenti a Banca 5 SpA e tramite i circuiti Sisal e Lottomatica, sul portale www.agenziaentrateriscossione.gov.it e con l'App Equiclick tramite la piattaforma PagoPa oppure direttamente agli sportelli. Infine, è possibile effettuare il versamento mediante compensazione con i crediti commerciali non prescritti, certi, liquidi ed esigibili (c.d. crediti certificati) maturati per somministrazioni, forniture, appalti e servizi nei confronti della Pubblica amministrazione. Sul portale agenziaentrateriscossione.gov.it sono attivi i servizi online per richiedere la copia della “Comunicazione delle somme dovute” con i relativi bollettini. Leggi anche: Agenzia riscossione, rottamate 15 milioni di cartelle. Chi non paga perde i benefici: occhio alla scadenza