Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gli scacchi mondiali trovano casa in Umbria

Andrea Niccolini
  • a
  • a
  • a

L'Umbria si sa è una meta ambita da turisti e da persone che passando per la regione se ne innamorano e decidono di vivere nel cuore verde d'Italia. È questo il caso di Martha Fierro, americana di nascita ma ecuadoriana di origini, che da anni vive in Umbria, dove insieme a Roberto Mogranzini ha fondato l'Accademia Internazionale di Scacchi, e che da poche ore è ufficialmente il “numero 2” del mondo scacchistico internazionale. E' infatti stata eletta vice-presidentessa della Federazione Internazionale. La Fierro ha iniziato giovanissima a giocare e vincere prima negli Stati Uniti, dove è nata, e poi nel mondo, partecipando a tornei internazionali e manifestazioni sportive sparsi per i cinque continenti. Poi nel 2006 ha deciso di venire in Umbria e da quel momento si è allontanata solo per brevi trasferte, considerando la regione come la sua nuova casa. In occasione delle Olimpiadi di Scacchi a Tromso, in Norvegia, si sono svolte le elezioni del direttivo internazionale, durante le quali il russo Kirsan Ilyumzhinov è stato rieletto come presidente della Federazione Internazionale di Scacchi (FIDE) per un nuovo mandato di quattro anni. L'ex Presidente della Repubblica di Kalmykia, da anni ammiratore del lavoro della Fierro come istruttrice e giocatrice di scacchi, nonché come segretaria della sezione femminile della FIDE (WOM), ha da subito fortemente voluto la presenza dell'umbra di adozione nella sua lista, che ha stracciato quella avversaria dell'ex campione del mondo Kasparov. A dare prova del valore dell'alleanza tra la Fierro e il rieletto presidente Ilyumzhinov è stata l'unanimità dei voti ispanici, tutti in loro favore, e soprattutto a sostegno della rappresentante latinoamericana, che ora potrà al meglio rappresentare le Americhe all'interno del Consiglio Direttivo Internazionale.