Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni: Leolandia, ok di Invitalia al finanziamento di 36 milioni per la realizzazione del parco a Narni

Giorgio Palenga
  • a
  • a
  • a

Leolandia, arriva il finanziamento da Invitalia. Ora c'è anche l'annuncio ufficiale: il consiglio di amministrazione di Invitalia, l'Agenzia per lo sviluppo, ha dato il via libera al progetto da 36 milioni di euro per la realizzazione di Leolandia Umbria, parco a tema con annessa struttura ricettiva, da realizzare all'interno dell'area di crisi industriale complessa di Terni-Narni. La società proponente è Leolandia Umbria Srl, controllata da imprenditori locali e Leolandia Holding Spa, la società guidata da Giuseppe Ira che gestisce Leolandia Bergamo (il parco di cui si vuole replicare l'esperienza, con oltre 1 milione di ingressi nel 2019). Per Leolandia Umbria si prevede un ulteriore un allargamento della compagine con l'ingresso di altre società e la finanziaria regionale Gepafin. Il programma di investimenti, già oggetto di un Accordo di Programma siglato da Mise (LEGGI DEL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO), Invitalia e Regione Umbria (che ha stanziato 343mila euro), verrà finanziato con circa 24 milioni di euro di agevolazioni complessive (oltre 23 milioni di fondi Mise). Invitalia concederà, attraverso il Contratto di sviluppo, 6,7 milioni a fondo perduto e 16,9 milioni nella forma di finanziamento agevolato. Previsto un impatto occupazionale di 250 nuovi addetti (stagionali compresi). Il parco, che sarà ispirato ai borghi medievali, con le sue 24 attrazioni si rivolge a un target rappresentato da famiglie con bambini d'età compresa tra 6 mesi e 10 anni: oltre alla struttura ricettiva offrirà al suo interno diversi punti vendita e un ristorante alla carta. "Il programma di sviluppo presentato da Leolandia Umbria ha due importanti ragioni per ritenersi valido: crea nuovi posti di lavoro nell'area di crisi e incrementa il livello qualitativo dell'offerta turistica del territorio” – ha commentato Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia. "Siamo molto soddisfatti di questa delibera, e siamo pronti per lavorare alla messa in atto del progetto – ha commentato Giuseppe Ira, presidente di Leolandia Umbria Srl – Un ringraziamento dovuto va ai soci, alle istituzioni locali e a tutte le forze politiche che hanno accolto e sostenuto il progetto, e che si sono adoperate per perorare la causa".