Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lugnano in Teverina: botte, insulti e minacce di morte ai genitori. Giovane condannato dal Tribunale di Terni

Il Tribunale di Terni

Antonio Mosca
  • a
  • a
  • a

Il Tribunale di Terni ha inflitto una condanna a due anni e tre mesi di reclusione a un 32enne, residente a Lugnano in Teverina, per maltrattamenti nei confronti dei genitori e lesioni. E' stato sostanzialmente accolto il punto di vista dell'accusa che in aula aveva chiesto una condanna a due anni e mezzo di carcere. Secondo gli inquirenti il giovane si sarebbe reso responsabile di tutta una serie di condotte vessatorie, sfociate nel procedimento che adesso, per volontà del legale difensore del 32enne, l'avvocato Maurizio Cecconelli, transiterà in appello. Si va dalle minacce di morte al padre dopo un banale rimprovero sul posto di lavoro agli spintoni alla madre, finita con uno zigomo contro una porta. A seguito di quell'episodio la donna perse molto sangue. Al giovane il giudice monocratico, Dorita Fratini, ha comunque concesso il beneficio della sospensione condizionale della pena.