Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni: individuate quattro aree dove può essere trasferito il mercatino del mercoledì dal Foro Boario

Giorgio Palenga
  • a
  • a
  • a

Quattro zone sotto la lente, ma una certezza: “Disponibili a qualunque soluzione, mettersi di traverso ci sembra stupido, ma cerchiamo un'area valida per continuare la nostra attività nei due anni del cantiere”. Parlano gli operatori del mercato del mercoledì di Terni che dovranno spostarsi da Foro Boario durante i lavori di realizzazione del PalaTerni. Spostamento dunque temporaneo, si tornerà al proprio posto una volta terminato il palasport. Il cantiere si aprirà nei prossimi mesi e la convivenza con operai e gru a pochi passi dai banchi di vendita non può essere di certo una situazione giusta, non solo dal punto di vista logistico e igienico ma anche per la sicurezza. Nei giorni scorsi c'è stato un incontro tra gli ambulanti e l'assessore al commercio del Comune di Terni, Stefano Fatale, che ha voluto sondare la disponibilità degli operatori a spostarsi in un altro luogo. In un primo momento infatti alcuni operatori erano propensi a rimanere nell'attuale area, scostandosi di alcuni metri rispetto al punto occupato dal cantiere. Una soluzione però che ormai appare decaduta anche perché si verrebbero a creare situazioni non idonee anche per i tanti cittadini che di solito frequentano il mercato: il parcheggio sarà occupato dalle ruspe, senza considerare che i lavori interesseranno anche la viabilità fino a viale dello Stadio, con notevoli disagi per tutti. Allora vada per un altro posto purché, precisano gli operatori, sia capiente e consenta a tutti di lavorare: “Siamo tra 130 e 150 operatori – spiega Mauro Fortini, rappresentante degli operatori del mercoledì – stiamo valutando insieme all'assessore come risolvere la questione”. Sono dunque state avanzate alcune proposte di possibili zone: largo Frankl, la strada sotto le mura della Passeggiata, l'area dietro al cimitero, vocabolo Staino. “L'area non è ancora stata individuata - spiega Fortini – ognuna di quelle proposte presenta problemi, o perché non c'è spazio sufficiente per tutti a garantire la sicurezza, o perché mancano i parcheggi o altri motivi, in ogni caso l'assessore ha incaricato i tecnici comunali del settore di studiare la città e trovare un luogo idoneo a tutte le esigenze".