Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, la luminaria ha aperto le celebrazioni di San Costanzo. Tesei e Romizi insieme in processione

Sabrina Busirivici
  • a
  • a
  • a

Davanti il clero con il cardinale Gaultiero Bassetti e il vescovo Marco Salvi, i figuranti e a seguire il sindaco Andrea Romizi e la governatrice Donatella Tesei. Grande partecipazione per la luminaria di San Costanzo a Perugia. Il rito dedicato al santo patrono, che anticipa la festa vera e propria, si è rinnovato martedì 28 gennaio. La processione ha attraversato tutto il centro storico, procedendo, torce alla mano, lungo via Fani, piazza Matteotti, via Oberdan, le scalette di Sant'Ercolano, i Tre Archi, corso Cavour e borgo XX giugno. Qui è stato inevitabile lo slalom tra le auto in sosta vietata, documentato dai social. A San Costanzo, il cardinale, nell'omelia dei Vespri, ha definito Costanzo “padre nella fede”. Al momento dei doni: la polizia municipale ha deposto sull'altare la corona d'alloro; subito dopo il sindaco Romizi ha acceso il cero votivo; una coppia di sposi ha donato il vin santo. Infine, da parte del vescovo e della chiesa locale, l'incenso . Il programma di mercoledì 29 gennaio Oggi è il giorno della festa, a partire dalla mattina. Si inizia con la tradizionale Fiera di borgo XX giugno, aperta fino a sera. Momento clou: la degustazione del torcolo in corso Vannucci a mezzogiorno. Per l'intera giornata, inoltre, si terranno al centro camerale Alessi i laboratori gratuiti per bambini “La scienza del Torcolo” a cura del Post. Le celebrazioni religiose proseguiranno con le messe nella basilica di San Costanzo alle ore 8, 10 e 11,30 e con la messa solenne alle ore 18, nella cattedrale di San Lorenzo, celebrata dal cardinale Gualtiero Bassetti, alla presenza dei vescovi umbri, delle autorità e dei parroci della diocesi.