Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Porta Romana rifugio-discarica dei senzatetto

Chiara Zuccari
  • a
  • a
  • a

Indumenti, ma anche coltelli, detergenti, bottiglie di vino e perfino un forcone, una ricetrasmittente oltre ad alcuni lucchetti per chiudere le bici, un cesto di vimini e diversi borsoni. Questo e molto altro è ciò che hanno trovato gli agenti della polizia municipale e i dipendenti della Vus chiamati ad intervenire dopo alcune segnalazioni - tra cui quella del gestore del vicino parcheggio - all'interno del gabbiotto, realizzato per lo più in vetro, che si trova a porta Romana, a pochi passi dall'ingresso del Park Quintana e che, con ogni probabilità, era diventato negli ultimi mesi rifugio per alcuni senzatetto. Un vero e proprio dormitorio in pieno centro storico, in una delle zone più trafficate della città. Un alloggio di fortuna all'interno del quale, chi lo occupava, aveva finito per accumulare e accatastare, perfino dietro una grossa intercapedine, oggetti di ogni tipo, molti dei quali incartati con cura e chiusi all'interno di alcune buste di altrettanti supermercati della città. Chi aveva trovato rifugio all'interno dello spazio lo aveva fatto forzando una delle porte scorrevoli, che gli uomini di municipale e Vus sono riusciti ad aprire con una leggera spinta, seppure dall'esterno sembrava perfettamente chiusa. All'interno l'aria era resa quasi irrespirabile dall'incredibile quantità di immondizia presente, tanto da rendere poco plausibile l'ipotesi che tanto materiale possa essere stato accumulato in poco tempo. Più probabile invece che l'occupante - che quasi certamente dormiva lì - abbia agito con molta discrezione, evitando di farsi vedere nella zona durante il giorno e nascondendo ogni cosa, avanzi di cibo compreso, dietro un'intercapedine il cui accesso veniva poi chiuso attraverso un enorme pannello di polistirolo. Ad un certo punto però lo spazio non è stato più sufficiente a contenere tutto e così buste e rifiuti hanno iniziato rapidamente ad occupare anche lo spazio realizzato con pareti di vetro, finendo per essere notati dai passanti e dai gestori del vicino parcheggio. Polizia municipale e Valle Umbra Servizi si sono subito mobilitate e ieri pomeriggio, appena qualche ora dopo la segnalazione, sono intervenute nella zona con uomini e mezzi. Per bonificare l'intera area e portare via il materiale recuperato per lo smaltimento, sono state necessarie ore di lavoro.