Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, sindacati sul piede di guerra per i tagli alle corse. E a Narni spopola il bus a chiamata

Marina Rosati
  • a
  • a
  • a

Sindacati sul piede di guerra sui tagli al Tpl. Dopo l'incontro di ieri mattina tra l'assessore regionale ai Trasporti, Enrico Melasecche che ha confermato i tagli, le categorie hanno deciso di continuare lo stato di agitazione perché contrari “a qualsiasi riduzione di corse e servizi”, mentre sono disponibili a “ad aprire il confronto sulla rimodulazione dei collegamenti”. Arriva invece da Narni un esempio virtuoso di trasporto pubblico locale con il bus a chiamata, che ha portato il Comune del sindaco, Francesco De Rebotti, a risparmiare fino a 50 mila euro l'anno. “Siamo riusciti a coprire zone che prima non avevano alcun collegamento”, spiega il primo cittadino. “Nell'incontro con l'assessore Melasecche, in qualità di presidente Anci, segnalerò questo esempio”. Leggi anche: Umbria, la Regione al lavoro sui tagli