Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, a Sant'Ercolano l'area pedonale violata dalla sosta selvaggia

Sabrina Busirivici
  • a
  • a
  • a

A Perugia, in corso Cavour, nell'area chiusa al traffico, di giorno la situazione è vivibile, il commercio vivace, il passeggio continuo. Alla sera, ancor prima della chiusura dei negozi, tutto si trasforma e la sosta selvaggia prende il sopravvento. La zona riservata ai soli pedoni diventa preda dei “porkeggiatori”. La parola, nata nei social, è diventata di uso comune in città per indicare i parcheggiatori incivili: chi lascia l'auto davanti all'entrata dei negozi, chi chiude brutalmente l'ingresso di abitazioni, chi sale sopra marciapiedi invadendo indiscriminatamente ogni spazio. Contro i “porkeggiatori” si solleva Leonardo Piergentili, titolare dello store Mania. “Corso Cavour/Sant'Ercolano, specialmente in questo tratto di strada - precisa - è un'isola felice; dieci anni fa è stata fatta la scelta di chiudere al traffico e le attività commerciali ne hanno giovato tutte, ma negli ultimi anni si sta intensificando il fenomeno della sosta selvaggia con situazioni che raggiungono il paradossale”. E i vigli? “Sono sempre meno, il controllo non è sufficiente e la situazione sta progressivamente peggiorando”. Servizio completo sul Corriere dell'Umbria del 16 gennaio 2020