Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Indennità, orario di lavoro e rispetto della legge 104: gli infermieri in guerra

Esplora:
default_image

Dopo il taglio degli stipendi, sui 10 minuti di cambio divisa c'è la conciliazione. Handicap grave, battaglia vinta. Sindacati contro i ritardi della riforma sanitaria

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Non solo indennità tagliate (vedi quella subintensiva alla Asl Umbria 1). Ma anche i dieci minuti del cambio divisa tolti dall'orario di lavoro. Accade al Santa Maria della Misericordia di Perugia. Non sono tempi felici per gli infermieri umbri. Nel secondo caso il tribunale, tuttavia, ha deciso di invitare alla conciliazione. In particolare la vertenza per il riconoscimento del tempo necessario per la vestizione svestizione della divisa da lavoro come tempo da considerare nel monte orario settimanale, che ha visto l'adesione di decine di infermieri dell'ospedale di Perugia, è stata oggetto di confronto al tribunale di Perugia, sezione lavoro. “Dopo ampio confronto tra le parti - fa sapere il Sicobas dell'ospedale - anche alla luce della recente sentenza della Cassazione 3977/2014, il giudice ha ritenuto di proporre una soluzione conciliativa. Detta soluzione, riguardante sia gli arretrati che l'organizzazione futura dell'orario, che tenga conto del tempo necessario al cambio della divisa da lavoro, ha incontrato il parere favorevole degli operatori sanitari ricorrenti presenti all'udienza. In caso di mancata accettazione della proposta conciliativa da parte dell'azienda ospedaliera di Perugia, i ricorrenti si vedranno costretti a proseguire la vertenza, chiedendo tutto quanto di spettanza per i 5 anni precedenti la data della presentazione del ricorso, con aggravio di spesa ai danni dell'erario”. Altra battaglia vinta a favore degli infermieri (e stavolta torniamo all'Asl Umbria 1) quella sulla legge 104: dove in alcuni casi venivano negati, anche se c'erano i requisiti, i benefici derivanti dal riconoscimento della legge sull'handicap grave.  Servizio integrale nel Corriere dell'Umbria del 20 marzo 2014